24062017Ultime Notizie:

La Direzione Nazionale dell’Associazione Anas e la presidenza esprimono solidarietà al poliziotto e ai militari colpiti a Milano e allo Stato italiano.

La Direzione Nazionale riunitasi per discutere della vicenda verificatasi a Milano dove, come è noto, un soggetto ha colpito violentemente un poliziotto e due militari, esprime solidarietà prima di tutto agli uomini che sono stati colpiti dall’attacco e poi allo Stato italiano.

“Non possiamo non prendere atto” ha dichiarato il portavoce dell’associazione, “che sono stati colpiti prima l’uomo ma anche e soprattutto i simboli dello Stato italiano ovvero un poliziotto e due militari volti a difendere la sicurezza di tutti i cittadini sul territorio italiano. Anche se si fosse trattato dell’azione di uno squilibrato si tratta di un fatto di per sè gravissimo perché colpisce i simboli dello Stato. E allora noi come Associazione non possiamo non prendere atto di quanto è accaduto ed esprimere solidarietà agli uomini ma soprattutto allo Stato italiano, ed è per questo che è stato deliberato di organizzare a  Milano un grande corteo per  affermare che i valori della cultura, della civiltà e della tradizione italiana, con i suoi simboli e con le sue istituzioni, devono essere difesi da tutti perché sono il frutto di grandi sacrifici dei nostri genitori e sono stati trasmessi a noi e non possiamo farli disperdere o distruggere da chi intende imporre a tutti i costi la propria cultura.Noi non siamo contro l’integrazione anzi tutt’altro, la nostra associazione è nota per aver aiutato a titolo totalmente gratuito, cioè senza alcun contributo pubblico, tanti soggetti extracomunitari quando si trovano in difficoltà. Ma non possiamo accettare che questi vengano ad imporci la loro cultura senza cercare un confronto; ma la cosa più grave è che vengono a colpire i simboli del nostro Stato e questo noi non lo possiamo tollerare!”

La presidenza Anas ringrazia fin da ora tutti coloro che daranno la loro disponibilità e garantiranno la loro presenza al corteo che si organizzerà a Milano in difesa del simbolo dell’Italia e del simbolo della nostra associazione, la bandiera italiana.

L’associazione si impegnerà sempre a difendere la tradizione e la cultura italiana per garantire alle nuove generazioni un futuro migliore.