25092017Ultime Notizie:

Teatro, Pollina: dal 16 al 18 luglio, la 14°edizione di “Un teatro per la scuola, le scuole per un teatro”

teatro-sollimaTeatro, Pollina: dal 16 al 18 luglio, la 14°edizione di “Un teatro per la scuola, le scuole per un teatro”
Comincerà con una delle rappresentazioni classiche più conosciute, ´Gli uccelli´ di Aristofane, la quattordicesima edizione di ´Un teatro per la scuola, le scuole per un teatro”. La manifestazione, che quest´anno coinvolge sei laboratori teatrali di diversi istituti del palermitano, andrà in scena dal 16 al 18 luglio nella suggestiva cornice del Teatro Pietrarosa, a Pollina. Giovedì 16 luglio saranno i ragazzi dell´Istituto ´Don Luigi Sturzo´ di Bagheria a portare sul palco la commedia greca di Aristofane, cui seguirà la rappresentazione delle ´Coefore´ di Eschilo, interpretata dai ragazzi dell´Istituto ´Mandralisca´ di Cefalù. Venerdì 17, sempre al teatro Pietra Rosa, sarà la volta dello spettacolo teatrale ´Il covo della luna´, a cura dell´Istituto comprensivo ´Maredolce´ di Palermo e di un´esibizione musicale con tromba e voce. Sabato 18 luglio, la rassegna vedrà gli studenti bagheresi del Liceo ´Scaduto´, impegnati nello spettacolo teatrale ´Un vaso pieno di acqua di mare´, cui seguiranno la proiezione del cortometraggio ´Orgogliosi di Stenio´, realizzato dall´Istituto ´Stenio´ di Termini Imerese e lo spettacolo ´Barchette di carta, storie di sogni in mare´, realizzato dagli studenti dell´Istituto comprensivo Pollina – San Mauro Castelverde. “Ospitare ogni anno questa rassegna – commenta il sindaco Magda Culotta – è un grande piacere, oltre che motivo di orgoglio. È un impegno consolidato che va avanti da quattordici anni e che ci spinge ogni anno a impegnarci sempre più affinché i tanti ragazzi che partecipano possano continuare a vivere questa importante esperienza di confronto. Mi auguro – conclude il sindaco – che questa rassegna possa contribuire a far rivivere, anche agli appassionati che ogni anno assistono numerosi, sia i miti greci, sia gli spettacoli teatrali, perché è straordinario potere ammirare quanto gli insegnanti e i loro ragazzi riescano a produrre durante i laboratori teatrali invernali”.

Commenta l'articolo