19122018Ultime Notizie:

tavolo tecnico sui precari che impegnerà l’AnciSicilia e il governo regionale per cercare di mettere la parola fine alla vicenda

scuola_scioperi_marzoGettate le basi per la composizione del tavolo tecnico sui precari che impegnerà l’AnciSicilia (principale promotrice della collaborazione) e il governo regionale.

L’accordo sugli obiettivi del tavolo è stato raggiunto, questa mattina a Villa Niscemi, durante un incontro tra i componenti dell’Ufficio di Presidenza dell’Associazione dei comuni siciliani e l’assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, Sebastiano Bruno Caruso.

Erano presenti all’incontro Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale dell’AnciSicilia, Paolo Amenta, vice presidente dell’Associazione con delega alle Politiche sociali e di sviluppo, e Salvatore Lo Biundo, vice presidente con delega alle Politiche del Personale degli enti locali e Ambiente.

“Il nostro obiettivo – spiega il presidente dell’AnciSicilia, Leoluca Orlando – è quello di arrivare alla scadenza di novembre prossimo con le idee chiare, cercando di capire per tempo quali possano essere gli strumenti idonei per mettere la parola fine e in modo dignitoso a questa vicenda. Bisogna lavorare in maniera intensa a concreta per presentare al governo nazionale un quadro esaustivo su come ciascun comune intenda riorganizzare la macchina amministrativa anche attraverso l’utilizzo del personale precario”.

L’assessore Caruso ha condiviso la proposta dell’AnciSicilia, proponendo di includere nel tavolo tecnico l’assessore regionale alla Funzione Pubblica, Ettore Leotta, e rappresentanti della Funzione Pubblica nazionale in modo tale da “predisporre sinergicamente un piano concreto per il rilancio della macchina organizzativa”.

“Il tavolo tecnico – ha precisato il presidente Orlando – deve essere un luogo in cui si possa avviare un monitoraggio sulle mansioni dei precari e sulle reali esigenze dei comuni in materia di personale. Si potrebbe, infatti, pensare di avviare anche dei percorsi di formazione per colmare le carenze evidenziate dalle amministrazioni”.

Durante l’incontro sono state definite altre due linee di intervento che vedranno la collaborazione tra AnciSicilia e Assessorato regionale alla Famiglia.

Nei prossimi giorni, infatti, verrà definito un accordo quadro che coinvolgerà anche la grande distribuzione alimentare per affrontare il problema della povertà, mentre sarà sottoscritto un protocollo d’intesa per dar vita ad un tavolo di lavoro sulle politiche sociali cui parteciperanno, oltre all’Associazione dei comuni siciliani e al Dipartimento della Famiglia, anche i sindacati.

“In questo modo – conclude il presidente Orlando – cerchiamo di avviare una strategia coraggiosa e di grande impatto per bloccare l’esplosione della povertà negli enti locali”. Addetto Stampa: Carla Muliello

Print Friendly, PDF & Email
Commenta l'articolo