22112017Ultime Notizie:

Società segrete: reliquie del passato o gruppi tuttora attivi?

Storicamente, vi sono sempre stati diversi gruppi e associazioni che, per diversi motivi, hanno agito in segreto; inizialmente presentate come organizzazioni clandestine, ma fortemente gerarchizzate e che agivano permassoneria5_0 preparare insurrezioni liberali e democratiche, in tutta Europa assunsero generalmente un significato patriottico.
La più famosa era la Carboneria, diffusa in Francia e Italia meridionale.

L’ingresso nelle società clandestine avviene, da sempre, attraverso segretissimi rituali di iniziazione che legano il nuovo membro a vita. L’appartenenza a questi gruppi è spesso siglata da un patto di riservatezza: da l’identità dei propri aderenti fino a mantenere segreta l’esistenza della stessa all’esterno. Il segreto è un’arma psicologica potentissima: “Non solo la segretezza accresce la solidarietà di gruppo, ma rafforza l’identità, mantiene la coesione”, spiega il politologo Gianfranco Pasquino “e risponde a un’esigenza umana di sentirsi parte fidata e affidabile di un’organizzazione, in sintonia con gli altri aderenti, anche sconosciuti”. Oltre alle strette di mano e alle parole in codice, sembra quasi non ci sia altro a fondamento delle società segrete che l’interesse individuale dei propri membri. Una volta che l’invito ad unirsi alla società è assicurato, il membro gode di una serie di prestazioni esclusive tra cui favori politici, incarichi in posizioni influenti, affari o opportunità finanziarie; per chi infrange il patto di segretezza sono previste punizioni.
Il sociologo Massimo Introvigne sostiene che “Esistono tre categorie diverse di società occulte presenti ancora oggi e diversamente influenti a seconda dei Paesi:
la prima è sul modello della massoneria settecentesca, che nasceva intorno a un progetto filosofico di tipo illuminista trasmesso attraverso simboli esoterici;
la seconda è l’associazione criminale, che adotta simboli di origine religiosa ed esoterica;
la terza, e più recente, è quella novecentesca dei club riservati nei quali persone potenti si scambiano progetti di natura prettamente economica”.
Quest’ultima è oggi la più influente, tanto che si sospetta che alcuni di questi “Club” possano decidere le sorti del mondo a porte chiuse.

Le società segrete possono essere considerate come una “reliquia del passato”, ma hanno ancora il potere di affascinare l’immaginario collettivo.
Solo le più esclusive della storia potrebbero avere ancora la propria influenza ai nostri giorni:
 “I Templari”
All’inizio del XII secolo, nove cavalieri fecero voto di protezione dei pellegrini che viaggiavano attraverso la Terra Santa; in seguito altri cavalieri si unirono alla causa e l’organizzazione crebbe, acquistando potere. La cultura popolare li considera custodi dei tesori più sacri della Cristianità. I membri dei Templari furono in seguito torturati e giustiziati, e la società fu sciolta. Non esistono ad oggi prove consistenti che, come vuole la leggenda, possederono mai l’Arca dell’Alleanza, il Santo Graal o il sangue di Gesù Cristo.
 “I Savi di Sion”
Nel 1920, un quotidiano di proprietà dell’industriale Henry Ford ristampò in una serie di articoli dei documenti Russi conosciuti come “I Protocolli dei Savi di Sion”. I documenti furono immediatamente archiviati come una bufala, ma gli articoli furono comunque raccolti in un libro intitolato “The International Jew: The World’s Foremost Problem”. Lo stesso Adolph Hitler lesse il testo, e ne rimase così impressionato che si appropriò di alcune idee. I teorici dell’anti-semitismo di tutto il mondo credono ancora che i protocolli fossero genuini, ed una volta vi fu il rischio di un complotto ebraico per ottenere il dominio del mondo.
 “Club Bilderberg”
Nel 1954, gli individui più influenti del mondo si incontrarono in un hotel per discutere e pianificare l’agenda globale per l’anno successivo. Da allora si incontrano ogni anno, anche se il contenuto dei loro colloqui è rimasto un segreto gelosamente custodito. Anche se non sono una società segreta, dal momento che la loro identità è indubbia, molti teorici della cospirazione sono preoccupati dell’influenza e della portata dei loro incontri annuali.
 “I Rosa Croce”
Fondata nei primi anni del XV secolo “I Rosa Croce” davano ad intendere di utilizzare pratiche occulte per realizzare un processo di trasformazione globale. Sono considerati i fondatori della massoneria e degli Illuminati.
 “Skull and Bones Society”
Associazione di studenti di Yale, era originariamente conosciuta come la Confraternita della Morte; si tratta di una delle più antiche società segrete di studenti negli Stati Uniti. Fondata nel 1832, l’iscrizione è aperta a una piccola élite. La società utilizza rituali massonici e i suoi membri si incontrano in un edificio che chiamano la “Tomba”. Vanta tra i propri membri molti capi di stato (almeno tre presidenti USA)e capitani d’industria: Questo ha fatto sì che divenisse fonte di teorie della cospirazione, la più popolare legata all’idea che la CIA sia stata fondata da alcuni membri del gruppo.
 “Illuminati”
Sebbene gli Illuminati fossero originariamente un ramo della massoneria, sono oggi l’obiettivo primario per i teorici della cospirazione, molti dei quali gli attribuiscono la responsabilità di ogni disastro, mistero o recessione economica. In realtà, a oggi non v’è alcuna prova ma ciò sembra solo aggiungere un alone mistico attorno all’organizzazione.
 “Massoneria”
La Massoneria è la società segreta più conosciuta. E’ diventata, nel tempo, associata a strette di mano segrete, rituali bizzarri e a una gerarchia in cui i suoi membri si muovono attraverso i vari livelli acquisendo esperienza e rispetto all’interno della società. La prima loggia massonica fu fondata a Londra nel 1717, anche se all’epoca le voci riguardo l’esistenza dei Massoni erano già in circolo da almeno un secolo.
 “The Secret Six”
Una delle società segrete meno conosciute; Al Capone fu catturato grazie a un escamotage: un’accusa di evasione fiscale. Secondo alcuni dietro la sua cattura ci fu lo zampino della banda dei sei: un gruppo di imprenditori e giudici di Chicago che negli anni ’30 fondò un piccolo club segreto con lo scopo di combattere il crimine dilagante. Per farlo assunsero Alexander Jamie, che era stato capo agente speciale del Dipartimento di Giustizia. Gli fornirono fondi e sostegno per attività di spionaggio che condussero all’arresto di Al Capone. Di loro si parla anche nel libro “Gli intoccabili”.
 “La Giovane Bosnia”
Dopo l’occupazione dell’Austria-Ungheria nel 1878, le tensioni nei Balcani crebbero a dismisura, soprattutto dopo che una squadra di ufficiali serbi dell’esercito, conosciuta come la Mano Nera, cominciò finanziare i movimenti pro-serbi e pro-slavi in tutta l’Europa meridionale. Uno di questi gruppi era la Giovane Bosnia, un’organizzazione che voleva riunire in un unico Stato tutti i serbi sotto dominazione straniera.
 “Thugs”
Prendevano il nome da una parola sanscrita che significa “nascondere” ben presto però diventata sinonimo di criminale. Particolarmente abili nei furti, passarono alla storia come fanatici religiosi che compivano omicidi e massacri rituali in nome di Kali, la dea indù della distruzione. Usavano una fascia gialla nota come Rumal per strangolare le loro vittime. I compensi per gli omicidi consentivano ai membri della setta di finanziare il loro culto.
 “Guido von List society”
Fondata nel 1905, la Guido von List Society, aveva tra i suoi adepti segreti industriali, noti antisemiti, leader del Partito cristiano sociale, e persino il sindaco di Vienna. Tra i simboli propri del gruppo c’era anche la svastica e gesti come il saluto “Heil”, in seguito mutuati dai nazisti, assieme all’antica mistica tedesca e la presunta superiorità della razza ariana.
 “I catari”
Ancora oggi i fan delle cospirazioni citano la loro fine come uno dei lati più oscuri del Cristianesimo. Nel corso del 13 ° secolo, la Crociata contro gli Albigesi, guidata dal Papa Innocenzo III, spazzò via questa setta eretica di cristiani che vivevano nelle montagne del sud della Francia. I catari, che aderivano all’idea che ci fosse un Dio buono e un dio malvagio, respingevano la burocrazia della Chiesa cattolica, che giudicavano corrotta per aver ceduto al potere e alla ricchezza, e rifiutavano di adorare Dio in templi o cattedrali. Non solo: i catari ritenevano anche che gli uomini e le donne fossero uguali e al loro interno le donne spesso coprivano importanti posizioni. Abbastanza per indire una crociata e cancellarli. Nel 1229, i sopravvissuti furono tutti convertiti dall’Inquisizione, per diventare leggenda molti secoli dopo.

Illuminante il pensiero del matematico polacco J.M. Hoene Wronsky (1778-1853), un mago che influenzò profondamente Eliphas Levi, membro dell’Ordine della Rosacroce:
“Tutte le società segrete esistite e esistenti ancora sulla nostra terra, tutte mosse da molle misteriose che le fanno dominare il mondo malgrado i governi, nascono in uno scenario mistico. Queste società segrete, create a misura del bisogno, sono distaccate in gruppi in apparenza distinti e opposti. Esse professano rispettivamente, di volta in volta, le opinioni storicamente più contrastanti per guidare separatamente e con efficacia tutti i partiti politici, religiosi, economici e letterari, ma si ricollegano a un centro comune quando devono ricevere appunto, una direzione comune”.

Valentina G.

Commenta l'articolo