14122017Ultime Notizie:

Sicilia: una terra di contraddizioni, pubblica un bando di formazione e richiede esperienza in sportelli multifunzionali.

Sicilia, terra di meraviglie ma anche terra di numerosi provvedimenti illegittimi emessi e revocati dalla magistratura. Chiunque, se avesse subito tanti provvedimenti di revoca, avrebbe già rassegnato le dimissioni, mentre il nostro Presidente si circonda di uomini che spuntano quotidianamente sui giornali, uomini che probabilmente cerca di dirimere piuttosto che di assecondare. Lo stesso presidente Crocetta, in seguito all’arresto del Consigliere del Megafono Pino Faraone, ha infatti esordito dicendo: “mi ha chiesto dei favori ma non glieli ho fatti”. Di quali favori si trattasse, non è dato sapere. Ed è proprio con questa logica che pubblica un bando per la formazione con il quale, anziché richiedere un’ esperienza nella formazione (anche di eccellenza per fare un salto di qualità), viene richiesta un’esperienza negli sportelli. Come si suol dire: devi costruire una casa? Ti si chiede se hai fatto dei viaggi. Forse è proprio questo che rende la Sicilia particolare ed incomprensibile agli occhi dell’Italia e della magistratura, che continua ad annullare provvedimenti del Governo Regionale con motivazioni che lasciano senza parole chiunque ed in particolare quella fetta di società “normale” che non si sente più rappresentata da nessuno e che ormai ha raggiunto punte significative di disaffezione sia nei confronti della Politica che dei politicanti.In riferimento a quanto specificato precedentemente, all’interno del programma Garanzia Giovani Sicilia (avviso pubblico per l’individuazione dei soggetti attuatori di interventi formativi specialistici mediante la costituzione di un catalogo dell’offerta formativa per i giovani fra i 18/29 anni), nella sezione dell’ART. 2 “SOGGETTI PROPONENTI” si legge testualmente chePossono presentare la propria candidatura al presente avviso gli enti di formazione (singoli o in RT) inseriti nell’elenco di cui alle Disposizioni 2013 per l’accreditamento alla formazione degli organismi operanti nel territorio della Regione Siciliana – Tipologia standard – approvato con Decreto 23 luglio 2013 e che abbiano gestito, negli ultimi 5 anni, sportelli Multifunzionali finanziati dalla Regione Siciliana”.Dopo gli avvenuti scandali ormai all’ordine del giorno, ci auguriamo che non pubblichino un bando per nominare primari a cui, per beffa, venga richiesto di avere esperienza di meccanico o idraulico. Le riflessioni da fare sarebbero tante, ma bisogna ricordare che trattandosi di fondi comunitari, non si comprende cosa c’entrino gli sportelli finanziati dalla regione.

 

Maria Valentina Pasta

Commenta l'articolo