16012018Ultime Notizie:

Quando il servizio “pubblico” diventa un potere, la giustizia spesso non è sufficiente

E’ uno dei tanti problemi ma per noi è motivo di orgoglio quello che l’A.N.A.S., non ha la c.d. “copertura politica” . Non basta essere volontari anas caruga festapuntuali e professionali oltre che competenti che svolgono un servizio a favore della collettività, a giudizio di alcuni servirebbe altro. Infatti, nel tempo si è assistito ad un fenomeno piu o meno degenerato di controlli che ha avuto inizio a seguito di un ricorso avverso l’ennesimo un atto illegittimo della Regione sicilia, atto di arroganza ed arbitrario  di un dirigente regionale. Come specificato, avverso detto atto è stato presentato ricorso prima al TAR e successivamente al  CGA i quali hanno disposto la sospensiva dell’atto amministrativo, regolarmente notificato  all’Assessore e, l’associazione è ancora in attesa, dopo due anni, che il “famoso” dirigente dia attuazione a quanto disposto dalla Magistratura Amministrativa nella totale indifferenza o connivenza dei vertici politici ed amministrativi dell’Assessorato. Cio ci induce a pensare, e lo si comprende anche dalle centinaia di ispezione, che la nostra associazione subisce mensilmente,  l’avere avuto riconosciuto – ma non attuato – una ingiustizia da parte dell’amministrazione regionale, quindi aver leso il diritto di sua “Maestà” ed avendo ottenuto giustizia dal Tribunale amministrativo ha dato,  probabilmente fastidio al “sistema” tanto da essere sempre sorteggiata per i controlli, che, solo per dovere di cronaca  precisiamo, non  solo non ci dispiacciono, ci aiutano ad evitare di fare errori e di questo ne siamo grati sia ai funzionari che effettuano materialmente le ispezioni che a quanti i controlli sono diretti. L’Associazione si augura che la stessa solerzia avvenga anche nei confronti di tutti quelli che, sempre come volontari, collaborano con lo Stato, ma non privi di copertura politica per storia o per tradizione.