22092017Ultime Notizie:

Pilot test in Abruzzo che la nostra Associazione ANAS ha realizzato con la collaborazione della Aurea L&G trading Ltd nell’ambito del progetto Please

Sharing economy e nuove tendenze del turismo fai da te, si avvia alla conclusione il pilot test in Abruzzo cheIMG_5530 la nostra Associazione ANAS ha realizzato grazie all’organizzazione della Aurea L&G trading Ltd nell’ambito del progetto Please, che vede ANAS capofila. Scelte dettate da nuovi bisogni o solo dovuti alle difficoltà di un’economia in continuo mutamento? Dai seniors che si costruiscono la vacanza da sé, imparando e scoprendo i territori mediante il web, passando per i millenials, la generazione che si sta costruendo in questi anni, figlia dello smart working e dei social network questa settimana 40 seniors provenienti da 4 Paesi: Spagna, Malta, Grecia e Bulgaria stanno conducendo verso le nuove frontiere del turismo generazionale. I seniors? Decisamente originale ed interessante il progetto pilota Please, iniziativa finanziata nell’ambito del programma Comunitario COSME dalla Commissione Europea -Executive Agency for Small and Medium-sized Enterprises (EASME). Il progetto si rivolge ad adulti (seniors) di età compresa tra 55-70 anni già in pensione e disponibili a viaggiare nei periodi di destagionalizzazione. L’iniziativa vede coinvolti nove partner di cinque Paesi Comunitari tra cui l’Italia, rappresentata da ANAS Italia, ISEST-Ente Morale, Abruzzo.com srl e Comune di Scontrone,  la Spagna, rappresentata dall’Universitat de Valencia e DEPENDENTIAS; la Grecia, rappresentata da Aketh , Malta che  è rappresentata dalla Mediterranean Accademy Of Culture Turisme and Trade e la Bulgaria con la realtà turistica P.K.G.P. Un progetto solo sulla carta? Nient’affatto! Tanto che i gruppi provenienti da Spagna, Grecia, Malta, Bulgaria sono già in Abruzzo da alcuni giorni. Il Pilot test è iniziato il 15 ottobre e vede coinvolti otto seniors più 2 guide di ogni Paese, protagonisti di un’esperienza sensoriale nella regione italiana. I seniors hanno già visitato il Comune di Scontrone e Pescara, tra Borghi antichi come Scanno e Santo Stefano di Sessanio e i trabocchi, tra mare e montagna passando per cultura ed enogastronomia. Il modello proposto, organizzato e realizzato dalla Aurea L&G Trading Ltd sulla base dell’esperienza dei partner italiani, offre l’opportunità di costruire da soli un viaggio potendo visitare, soggiornare e degustare prodotti enogastronomici in località ricche di attrazioni turistiche/culturali ma  lontane dalle grandi capitali”. La nuova offerta turistica proposta dal progetto sarà organizzata e proposta in termini di sharing economy secondo le linee guida del progetto ma rispettando le aspettative degli utenti per le mete internazionali. Il modello proposto, sulla base dell’esperienza dei partner italiani, offre l’opportunità di costruire da soli un viaggio potendo visitare, soggiornare e degustare prodotti enogastronomici in località ricche di attrazioni turistiche/culturali ma  lontane dalle grandi capitali”. Si aprono dunque nuovi scenari nel web 3.0 del turismo fai da te e che è in linea con le nuove tendenze internazionali della vacanza individuale. Non più turismo di massa ma scelte legate a proprie esigenze e facendo vibrare le emozioni e i sapori di un territorio, meglio se visitandolo in periodi di destagionalizzazione e dunque con più serenità, fuori dagli itinerari turistici tradizionali e guardando al portafogli. E cosi mentre gli anziani si digitalizzano, correndo al passo con i tempi del 3.0,  il passo è breve, pensando alle nuove generazioni, quelle nate e cresciute con smartphone ed app. Non hanno case perchè nella maggior parte dei casi si spostano spesso per lavoro e non hanno i fondi per fare investimenti a lungo termine. La sharing economy dunque come filosofia di vita e il valore della condivisione nei viaggi spesso fuori dai giri tradizionali preferendo viaggi low coast e formule di ospitalità alternativa.