15102018Ultime Notizie:

Ogni 7 anni tutte le cellule del nostro corpo si rinnovano

La biologia ci comunica che il nostro organismo possiede uno schema tennisinteriore  secondo il quale ogni 7 anni tutte le cellule del nostro corpo si rinnovano: così, allo scadere di ogni settimo anno, il corpo e la mente attraversano una crisi e un cambiamento.

Anche altre tradizioni, come quella pitagorica, rilevano come la Natura segua spesso cicli settenari; il fondatore della Medicina Antroposofica, Rudolf Steiner, ha evidenziato l’analogia fra l’evoluzione del sistema solare e dell’essere umano, collegando gli “Archetipi” simbolici dei pianeti alla biografia umana e mettendone in evidenza l’influenza nel corso dei vari settenni:

vi è relazione con Luna, Mercurio e Venere dalla nascita a 21 anni;

sotto l’influsso del Sole dai 21 ai 42 anni;

collegati a Marte, Giove e Saturno dai 42 ai 63 anni.

 

Nella prima triade (da 0 a 21 anni) avviene gradualmente lo “sviluppo corporeo” della persona umana, nelle sue parti costitutive:

1-      durante i primi 7 anni, tutto è concentrato sul sé: lo sviluppo fisico è centrato sulla maturazione del sistema neurosensoriale. Il senso del tatto è un veicolo fondamentale per lo sviluppo, così come l’udito: si è completamente dipendenti dall’ambiente circostante e dalla figura della madre (influsso dell’elemento lunare).

2-      Trascorsi i 7 anni, avviene il passaggio in cui non si è più concentrati su se stessi ma ci si muove verso gli altri: le forze si liberano e cominciano a dare vita all’attività del pensiero e della memoria. E’ l’età della scuola, dove si sperimentano forti correnti di simpatia e antipatia; si sviluppa il pensiero, e la capacità di relazionarsi e comunicare(influsso di mercurio, dio che unisce e che comunica).

3-      Dopo il 14° anno di età, nasce un giudizio proprio e si comincia sperimentare il bene e il male; è il periodo in cui si sveglia alla sessualità: si cerca il partner che completa. (influsso di venere, principio equilibrante e armonizzante).

Nella seconda triade (da 21 a 42 anni) si sviluppa più coscientemente la parte spirituale, nelle sue tre facoltà del pensare, sentire e volere:

4-      a partire dal 21° anno ci si interessa a mete più ambiziose e al desiderio di beni materiali;

5-      verso i 28 anni, si capisce che non è possibile ottenere tutto ciò che si vuole;

6-      A 35 anni l’energia vitale raggiunge il punto Omega, metà del cerchio della vita è stato completato: da questo momento inizia il declino dell’energia. Non ci si interessa più solo alla sicurezza e alla comodità, ma si diventa anche conformisti. Si entra a far parte di un mondo convenzionale: credere nelle tradizioni, nel passato, nella religione.

Nella terza triade (da 42 a 63 anni) avviene lo sviluppo più cosciente della ʺparte spiritualeʺ, non più per un processo naturale, ma soltanto per libera iniziativa individuale:

7-      A partire dai 42 anni, iniziano i disturbi fisici e mentali, ed è l’età che mette in crisi: si sente il bisogno di credere in qualcosa di supremo e di meditare.

8-      A 49 anni inizia il declino fisico.

9-      A 56 anni si inizia a perdere interesse verso le formalità e la società: inizia il cammino verso la ricerca del vero e la scalata verso la concentrazione di se stessi, che arriva al culmine a 63 anni.

Il periodo che segue al 63° anno è come una nuova fase della vita dell’uomo: non si è più sotto la diretta influenza del sistema solare e dei pianeti : a fronte di un graduale diminuire dell’energia fisica è possibile sperimentare un aumento delle forze spirituali. E’ la fase in cui, a completamento di quanto intrapreso  nella triade precedente, si è orientati spontaneamente verso il Sé.

 

 

Valentina G.

Print Friendly, PDF & Email
Commenta l'articolo