23062017Ultime Notizie:

Mondiale EnduroGP: Gli Assoluti d’Italia tornano in Sicilia dopo 11 anni per la seconda tappa della stagione

C’è grande fermento attorno all’appuntamento che questo weekend vedrà i campioni degli Assoluti d’Italia/Coppa Italia affrontarsi nel secondo round della stagione 2017.moto-coppa

Attesa e trepidazione per un fine settimana che non solo rappresenta l’ultima occasione di vedere i nostri riders in azione prima del via ufficiale del Mondiale EnduroGP in programma il 25-26 marzo in Finlandia, ma segna anche il ritorno del massimo campionato di Enduro in Sicilia.

Custonaci, in provincia di Trapani, non avrà soltanto l’onore di ospitare i migliori piloti al mondo ma sarà anche la testimone di un grande evento. Sono passati infatti undici anni dall’ultima tappa degli Assoluti d’Italia in terra sicula; era il 2006 e il massimo campionato approdava a Linguaglossa per la prima tappa della stagione che avrebbe incoronato a fine anno Stefan Merriman campione assoluto.

Da Merriman ad oggi sono numerosi i campioni, anche stranieri, che hanno reso gli Assoluti d’Italia il campionato più prestigioso al mondo, dall’indimenticabile Mika Ahola fino a Matthew Phillips, australiano come Merriman che, insieme a Daniel Sanders e molti altri, rappresentano la nuova generazione di talenti della terra dei canguri iniziato a metà anni 2000 con il pilota del New South Wales.

 L’emozione di ritornare in questa ospitale terra è davvero tanta, e lo si capta anche dalla voce elettrizzata degli organizzatori della manifestazione, i ragazzi dell’Enduro Club Custonaci di Alfredo Castiglione, pronti ad accogliere la carovana delle due ruote artigliate sabato 11 e domenica 12 marzo. Dopo la ben riuscita prova Under23/Senior dello scorso anno, gli uomini del sodalizio trapanese sono stati chiamati per dirigere la seconda tappa del massimo campionato nazionale che vedrà al via oltre 130 atleti provenienti da tutto il mondo.

Abbandonata la sabbia di Lignano Sabbiadoro, che lo scorso 25 e 26 febbraio ha battezzato ufficialmente la stagione 2017 con una due giorni in stile Enduro Country ricca di spettacolo e pubblico, è tempo ora di tornare tra mulattiere, sassi e linee. L’Enduro si riveste del suo abito tradizionale con trasferimenti, prove speciali e tratti offroad davvero impegnativi.

 Il percorso che attende i piloti al via in questo fine settimana prevede un giro a otto, con i due C.O. situati presso il paddock per agevolare i team in questa impegnativa trasferta. All’interno del tracciato sono disposte tre prove speciali; la prima che affronteranno sarà l’Enduro Test, dopo circa dieci minuti dallo start ufficiale previsto alle ore 8.00 nei pressi del paddock. La linea sarà un agglomerato di sassi, terreno duro e sali/scendi, il tutto dislocato lungo i suoi cinque chilometri di lunghezza. Terminata la prova, un lungo tratto di trasferimento, dove all’interno ci saranno alcuni passaggi spettacolari in mulattiera, accompagnerà i conduttori nei pressi del paddock per la sosta di metà giro. Lasciato il C.O. di assistenza, ci sarà giusto il tempo di riprendere la concentrazione prima di affrontare l’impegnativa Estrema X-CUP Maxxis – Galfer, disegnata su una vecchia cava ricca di sassi e pietraie, che faranno sudare non poco i nostri piloti. Terminato l’Extreme Test, un lungo trasferimento caratterizzato da mulattiere, passaggi impervi su pietraia ma anche splendidi paesaggi con fondo il mare cristallino, condurrà gli atleti nei pressi dell’Airoh Cross Test. La speciale fettucciata sarà ricca di dislivelli, con un terreno piuttosto duro e misto. Il tutto sarà ripetuto per quattro volte, sia per la giornata di sabato che per quella della domenica.

Non solo moto agli Assoluti d’Italia di Custonaci. A fare da contorno all’appuntamento siculo ci sarà la manifestazione Baglio Olio e Mare in Tour che permetterà a tutti i presenti di conoscere i prodotti tipici del luogo attraverso i loro stand.

Oltre a queste prelibatezze culinarie, il Motoclub Enduro Club Custonaci ha organizzato, per tutti i piloti ed accompagnatori, per le giornate di giovedi e venerdi, un servizio navetta che collega il paddock con le varie prove speciali, in particolare modo alla fine della prova linea, in modo da permettere ai piloti di ritornare ai propri mezzi con maggior facilità.

Passiamo ora alle sfide campionato. Se a Lignano Sabbiadoro il protagonista è stato uno solo, Nathan Watson (KTM), a Custonaci le sorprese non mancheranno. Il forte pilota KTM non ci sarà, ma il livello agonistico dei protagonisti non sarà certamente inferiore.

Sulla sabbia della località friulana ha fatto un ottimo debutto il francese ex MXGP Christophe Charlier, attualmente al secondo posto nella graduatoria assoluta, che dovrà fare i conti ora con i veri ostacoli della nuova disciplina. Quella sicula sarà una interessante prova del nove per il portacolori Husqvarna, in vista soprattutto del suo debutto al Mondiale EnduroGP di fine marzo.

Terzo assoluto e miglior italiano alla tappa di Lignano è Maurizio Micheluz (Husqvarna) che detiene anche la leadership della classe E3, insieme al compagno G.S. Fiamme Oro Thomas Oldrati (Husqvarna BBM). Un altro poliziotto che sulla sabbia ci ha regalato un weekend strepitoso è Simone Albergoni (KE Moto), al comando della difficilissima E2. La classe più impervia del campionato vede al secondo posto Alex Salvini (Beta motor), in cerca di riscatto dalla difficile tappa friulana, e al terzo Giacomo Redondi (Honda Redmoto), grande eroe a Lignano dove domenica ha concluso la prova di Enduro Country spingendo la sua Honda per oltre un chilometro per portarsi a casa importati punti per il campionato. Chi dovrà fare un reset della prima tappa sarà Manuel Monni (TM Racing), costretto a un tour de force per recuperare la prova poca positiva di Lignano.

Nella E1 è pronta ad andare in scena la seconda puntata dell’avvincente battaglia tra Davide Guarneri (Honda Redmoto) e Rudy Moroni (KTM Farioli), entrambi al primo posto con 37 punti. Poco distante con la sua nuova KE Moto c’è Alessandro Battig, terzo a 30 lunghezze. Tra i giovanissimi punteggio pieno sia nella Junior che nella Youth; in quest’ultima classe riservate alle 125 2t al comando c’è la promessa dell’Enduro Andrea Verona (TM Team Satellite), mentre al vertice della Junior troviamo il forte pilota ligure Davide Soreca (Honda Redmoto). Alle sue spalle lo inseguono Matteo Cavallo (Beta Boano) e Emanuele Facchetti (TM Racing), mentre ad inseguire Verona ci sono Matteo Menchelli (KTM) e Claudio Spanu (Husvarna).

Tra gli impervi ostacoli della tappa siciliana, ci sarà un ospite davvero speciale: al via infatti l’iridato E3 2016 Steve Holcombe! Da non perdere d’occhio nemmeno i giovani piloti del Team Italia che debutteranno con le loro piccole ma affascinante 50cc proprio in questo weekend.

Quella di Custonaci sarà anche il secondo appuntamento della neonata Coppa FMI. Dopo il primo round troviamo in prima posizione per quanto riguarda la E1 Davide Pellizzaro (Husqvarna Jolly Racing) con 37 punti, mentre per la EO vetta della classifica per Pietro Pini su Honda con punteggio pieno di 40 lunghezze.

Ottima risposta arriva dalla Coppa Italia. Numerosi gli atleti che hanno deciso di iscriversi a questo secondo appuntamento e di correre al fianco dei propri beniamini degli Assoluti d’Italia con quasi trenta atleti siculi!