15122017Ultime Notizie:

MODICA (RG):La Festa di San Giorgio tra partecipazione popolare e innovazione

La festa di San Giorgio, al di là della dovuta devozione, convinta e partecipata, si è dimostrata una festa collettiva che ha coinvolto migliaia di persone, non per niente l’amministrazione ha deciso di inserirla tra gli eventi religiosi più significativi della città.

La partecipazione dei modicani e di molte altri visitatori provenienti da diversi angoli della Sicilia dimostrano la celebrità di un avvenimento che quest’anno ha potuto contare su un programma di alto livello artistico.

Basta pensare al concerto di Giovanni Caccamo, che ci ha regalato, con le sue canzoni, una serata magica, o le suggestioni della grafica animata sulla facciata della Chiesa di San Giorgio che, ieri sera in sintesi, ha proiettato le imprese del Santo a cavallo che sconfigge il drago che simboleggia la vittoria del bene sul male.

Continueremo a puntare ancora su questo appuntamento che sa coniugare tradizione e futuro, basta pensare ai giovanissimi portatori e alle loro famiglie per dire che la festa di San Giorgio avrà una prospettiva lunghissima.

L’area del Duomo è per noi punto di riferimento essenziale per l’attrazione turistica che essa suscita.

Proprio in questi giorno abbiamo inaugurato l’Orto del piombo sottoposto ad una manutenzione straordinaria con il rifacimento in pietra delle scale interne e nuovi sedili. Ma tutti i giardini che coronano la storica scalinata sono stati ripuliti e sistemati.

L’immagine del Duomo di San Giorgio aprirà, peraltro, la presentazione della Città ad Expo Milano 2015 nei Claster dove Modica sarà presente e rappresentata. Un biglietto da visita formidabile.

 

Commenta l'articolo