17122017Ultime Notizie:

MODICA (RG): Conferenza dei sindaci e riassetto della rete ospedaliera in provincia

Il Sindaco: “Sono soddisfatto dell’incontro. Si apre al metodo della concertazione”

“Sono soddisfatto dall’esito dell’incontro avuto stamani tra la conferenza dei sindaci e il direttore generale dell’Asp, Aricò, in ordine a questa nuova apertura nel metodo del confronto che apre sostanzialmente ad una nuova stagione di concertazione tra i sindaci e quindi il territorio e il vertice dell’Asp. Nella fattispecie riguarda la riorganizzazione della rete ospedaliera in provincia e i servizi sanitari alla collettività”.

Questo il commento del sindaco Ignazio Abbate al termine della riunione tenutasi stamani, su richiesta del primo cittadino di Modica, del coordinamento dei sindaci e tenutasi a Palazzo dell’Aquila a Ragusa, sede del comune, dove erano presenti otto sindaci su dodici e il direttore generale dell’Asp, Maurizio Aliquò.

“Ho avanzato al tavolo una proposta, che è stata accolta, continua il sindaco Abbate, di chiedere un incontro urgente al Governo regionale perché si possa dare seguito concretizzandolo, con adeguato finanziamento si tratta di circa otto milioni di euro per il territorio ibleo, all’allegato 2 della legge regionale sul riordino della rete ospedaliera in Sicilia.

La conferenza dei sindaci e il vertice dell’Asp, dopo l’incontro a Palermo sulla scorta delle decisioni assunte, entreranno insieme nel merito delle scelte da fare con l’azienda che porrà in essere gli atti consequenziali.

Ho presto, altresì, atto con piacere che nel verbale redatto, alla fine dell’incontro, il direttore generale ha dichiarato la sua disponibilità ad accogliere le proposte costruttive che usciranno fuori dalla richieste fatte dal coordinamento dei sindaci”.

L’incontro ha fatto emergere alcune priorità: maggiore attenzione alla politica sanitaria del territorio avendo a riferimento le esigenze della collettività; fare in modo che gli ospedali possano distinguersi per centri di eccellenza per evitare i viaggi della speranza; prevedere per i nosocomi di Modica, Ragusa e Vittoria un potenziamento infrastrutturale e un adeguata dotazione organica.

Commenta l'articolo