20112017Ultime Notizie:

Messina: un’emergenza che continua

Da poco più di una anno la città dello stretto è investita dalle migrazioni. Martedì 15 settembre sono sbarcati nel porto di Messina 280 somali ed IMMIGRAZIONE: A LAMPEDUSA IN NOTTATA ALTRI 310 CLANDESTINIeritrei dopo essere stati soccorsi dalla Marina Militare Italiana “Francesco Mimbelli” nel corso della missione Triton . Sotto la ormai pianificata azione di accoglienza messa a punto dalla prefettura , medici dell’Asp e associazioni come Save the Children e la Croce Rossa hanno accolto i profughi salvati in mare, creando gazebo e facendo degli screening sanitari.
Le autorità portuali hanno gestito la fase successiva di trasferimento dei migranti nei centri di prima accoglienza del Pala Nebiolo, all’Annunziata e all’ex Caserma Bisconte.
Le investigazioni della squadra mobile hanno portato alla luce i nomi degli scafisti- grazie anche alle testimonianze raccolte- Sabri Shiba, 23 anni, Arafa Mohammed Said,18 anni e Kanas Hossam Youssri Mohamed , 20 anni e un quarto egiziano già sottoposto a custodia cautelare con provvedimento del tribunale di Catania per favoreggiamento all’immigrazione clandestina, Ahmed Mohamed el Fesh Abd El Nabi, 26 anni. Gli Scafisti si trovano ora nel carcere di Messina-Gazzi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
I migranti hanno raccontato di avere pagato 2000 dollari a persona per imbarcarsi verso le coste europee, navigando per cinque giorni prima di essere soccorsi dalla Marina Italiana.
Attualmente il numero dei migranti presenti nella città è di più di 8.000 persone che vengono accolti ininterrottamente ormai da mesi. Tutto ciò mentre ancora a livello dell’Unione Europea si parla di piani di collocazione dei migranti senza arrivare ad una soluzione condivisa. Inoltre da ottobre dovrebbe prendere forma una missione navale dei 28 paesi UE, chiamata EuNavForMen per fermare gli scafisti nel mediterraneo perquisire e dirottare le imbarcazioni sospette del trasporto dei migranti.

Smiriglia Serena

Commenta l'articolo