15122017Ultime Notizie:

MESSINA: Richiesta di risarcimento milionaria contro il comune di Messina

Il comune di Messina ha venduto ad una impresa di costruzioni , in frode all’effettivo proprietario,  un terreno che non gli apparteneva. E’ quanto emerge dall’atto stragiudiziale notificato al Comune di Messina dall’Avv. Giuseppe Freni , legale della proprietaria del terreno, il quale ha commentato: “La mia assistita ha appreso con estrema incredulità l’ennesima, inspiegabile, stranezza perpetrata dal Comune di Messina , il quale si è fatto lecito trasferire un terreno che non faceva parte del suo patrimonio. Ovviamente ci difenderemo in giudizio , attraverso tutti i mezzi a nostra disposizione, per fare chiarezza sull’accaduto e portare alla luce gli eventuali responsabili di tale illecito trasferimento, oltre al riconoscimento di tutti i danni subiti e subendi”.

Tale terreno , sostiene ancora l’Avv. Giuseppe Freni, è pervenuto alla sua assistita per successione dal proprio nonno, il quale con atto di compravendita del 1878, lo ha legittimamente acquistato. Inspiegabilmente il Comune lo ha poi trasferito mediante atto di compravendita ad una società di costruzioni di Messina , che sta completando la realizzazione di un complesso residenziale con più unità immobiliari.

Per tali motivi l’Avv. Freni ha chiesto a titolo di risarcimento dei danni subìti per il comportamento doloso tenuto da parte del Comune di Messina e della società di Costruzioni , entrambi in solido, la somma pari ad € 1.000.000,00 oltre agli interessi, per aver compravenduto la res altrui in frode all’effettivo proprietario.

A questo punto vedremo come andrà a finire questa vicenda che già si preannuncia come una lunga battaglia legale.

Commenta l'articolo