16122017Ultime Notizie:

MESSINA: I PROVVEDIMENTI DELLA GIUNTA MUNICIPALE

La Giunta municipale, riunitasi ieri a Palazzo Zanca e presieduta dal sindaco, Renato Accorinti, dopo avere esitato dieci provvedimenti di natura legale, ha disposto di dare mandato al dipartimento Demanio e Patrimonio per l’avvio delle procedure di nomina dell’amministratore giudiziale del condominio della Galleria Vittorio Emanuele III, e nelle more della nomina, di formulare indirizzo  di revisione del regolamento comunale Cosap vigente e proporne la modifica, cassando il comma 4 lettera i dell’art. 5. Approvato poi il nuovo modello prestampato per gli interventi asseverabili mediante “Comunicazione Opere Interne” resa ai sensi dell’art. 9 della Legge Regionale 10/08/1985, n°37. Tali interventi saranno assimilati tra le opere di “manutenzione ordinaria” cosi come definite dalla legge regionale 27 dicembre 1978, n. 71, solo nelle aree non aventi più caratteristiche di zone industriali poiché ricadenti nell’agglomerato urbano, già costituenti la zona industriale regionale (ZIR) e la zona industriale statale (ZIS) di Messina, fino a quando sarà definito e approvato il Piano integrato di recupero urbano. Esitata anche la compartecipazione del Comune, unitamente all’Associazione Nibali, nell’organizzazione dell’evento sportivo ciclistico “1° Gran Fondo Nibali” che si svolgerà a Messina il prossimo 10 maggio  con la partecipazione di Vincenzo Nibali ed altri campioni dello sport. L’Esecutivo ha inoltre deliberato l’intitolazione di alcune sale del Palacultura Antonello, e precisamente la Sezione Ragazzi della Biblioteca comunale, al secondo piano a “Fata Morgana”; il Foyer, al piano terra, adiacente all’Auditorium, alla memoria del regista Mario Landi, e la sala con 70 posti, sempre al piano terra, a Giovanni Rappazzo, inventore del sonoro al cinema verso la fine degli anni ’20. Approvata infine l’attuazione dell’art. 3, terzo comma, O.P.C.M., n° 3825 del 27 novembre 2009, così come modificato dall’art. 7, comma 2, dell’OPCM n° 3865 del 15 aprile 2010.

Commenta l'articolo