26092018Ultime Notizie:

“Le Vie dei Briganti”. L’evento è stato organizzato dall’Associazione culturale Incontri, con la collaborazione ANAS Puglia

Domenica 9 settembre 2018, nell’ambito delle manifestazioni turistico-culturali volute dal Comune di Martina Franca,  si è svolta la IV^ edizione de “Le Vie dei Briganti”. L’evento è stato organizzato dall’Associazione culturale Incontri, da  Giancarlo Liuzzi e Angela Campanella, con la collaborazione di Alba Mannara e  Silvio Laddomada,  Vito Carbotti, Gruppo Briganti delle Murge, A.N.A.S. Puglia, presidente Luigi Favia, ciclogruppo MMTB (maestri mou

ntain Bike di Martina Franca), juniores e seniores, coordinati da Francesco Basile. Per il Comune di Martina Franca è intervenuto l’assessore alla cultura Antonio Scialpi, per il Gruppo Umanesimo della Pietra il direttore e coordinatore Nico Blasi, per la Chiesa del Mont

e Purgatorio don Martino Mastrovito,  priore della Congregazione del Santissimo Sacramento Monte Purgatorio. Ha caratterizzato l’evento, come per ogni edizione, Orazio Fumarola, br

igante a cavallo. Letture e narrazioni a cura di Gianni Lenti e Chiara Curione. Si sono esibiti in una serie di rappresentazioni sceniche e adattamenti teatrali, tratti da noti romanzi della letteratura pre e post unitaria, gli attori e caratteristi Pino Cacace, Ciro Neglia, Franco Minervini ed Elena Cascella,  Luigi Favia, Giovanna Zaccaro, Teo Saluzzi.  Esibizioni musicali di musiche popolari a cura di Vito Carbotti. Un’edizione sui BRIGANTI davvero speciale, iniziata dal Centro Storico di Martina con tappe al Palazzo Ducale, alla Chiesa del Monte Purgatorio, al Largo Cappelletti,  per poi proseguire fino a sera inoltrata nella Masseria dei Monti della Signora, nel cuore delle Pianelle, riserva naturale di flora e fauna mediterranea. Un “revival storico” che di anno in anno viene interpretato sempre più fedelmente ed arricchito di dibattiti e confronti culturali con l’obiettivo di riscrivere quelle pagine tragiche (c’è chi le definisce eroiche) dell’epopea insorgente del brigantaggio meridionale. Ancora una volta, la figura principe, legata al territorio delle Pianelle e alla sua famosa Caverna, è stata quella del SERGENTE PASQUALE ROMANO e del suo piccolo, ma agguerrito esercito di Briganti che nella nostra impervia Murgia si nascondevano dagli invasori Piemontesi e vi si rifugiavano anche nei momenti più difficili. Un binomio Briganti-Territorio, a contatto con una natura selvaggia, che sembra immutata nel tempo. Il ciclogruppo, compreso di juniores,  ha percorso brillantemente i circa 16 chilometri di strada provinciale Martina Mottola, fino alla masseria Signora. Il Gruppo di escursionisti a piedi  ha percorso nella “Gola del Vuolo” circa 2,2 km, fino alla grande “Pentima Calcarea” sotto la quale si apre la mitica Caverna. In questo rifugio naturale, sull’aia della Masseria Signora e,  la mattina, nel Centro Storico  Angela Campanella ha organizzato quest’anno una serie di rappresentazioni in costume d’epoca. Molto ammirato l’abito ottocentesco indossato da Giovanna Zaccaro, interprete di Maria Sofia di Baviera, la mitica regina che combattè con l’esercito borbonico sugli spalti di Gaeta. Vito Domenico Carbotti  e  Teodosio Saluzzi hanno declamato il “Il giuramento del Brigante” così come avvenne nel mese di agosto del 1862. È stata recitata e cantata l’ Ode alla regina Sofia, tratta dal poemetto scritto dal poeta napoletano Ferdinando Russo (1866-1927) dopo che questi aveva raccolto le testimonianze dei soldati sopravvissuti alla battaglia di Gaeta. L’ “angolo libri” è stato rappresentato dai volumi: “Un eroe dalla parte sbagliata” di Chiara Curione,  “Gaetano Meomartino capobanda dei Valdarelli” di Vittorio De Michele, “Il sergente Romano” di Mario Guagnano,  “Pagine di Storia Militare nel Regno delle Due Sicilie” di Francesco Maurizio Di Giovine”, “Storie di Donne nelle Storia di Martina” di Angela Campanella.

Le rappresentazioni sceniche, i dialoghi liberamente tratti e i loro interpreti

Palazzo Ducale

“La pianista che suonò per i Briganti” di Giuseppe Giacovazzo.  Interpreti Pino Cacace, Ciro Neglia, Elena Cascella. Narratore Gianni Lenti

Chiesa del Monte Purgantorio

“Il sogno americano” di Sergio Trasatti e Angela Campanella. Interpreti: Franco Minervini, Elena Cascella. Narratore Gianni Lenti

“L’eredità della Priora” di Carlo Aianello – Interpreti: Franco Minervini ed Elena Cascella

Largo Cappelletti:

“Un eroe dalla parte sbagliata” (La cattura e la morte del Sergente Romano”) Interpreti Pino Cacace e Ciro Neglia. Narratore Franco Minervini

 Grotta del Sergente Romano

“Il Gattopardo” – Giuseppe Tomasi di Lampedusa interpreti Pino Cacace e Luigi Favia

“Un brigante chiamato Libero” (Scoppettiello e Chiancarì) di Vincenzo Labanca. Interpreti Ciro Neglia e Luigi Favia.

Masseria Signora

Monologo della regina Maria Sofia di Angela Campanella. Interprete Giovanna Zaccaro

Ode a Maria Sofia : voce e chitarra Vito Carbotti

Ode a Maria Sofia: voce narrante Pino Cacace

Lettera del sergente Romano a Lauretta. Voce narrante Chiara Curione

La preghiera del sergente Romano. Voce narrante Chiara Curione

“La pianista che suonò per i Briganti” di Giuseppe Giacovazzo.  Interpreti Pino Cacace, Ciro Neglia, Elena Cascella. Narratore Gianni Lenti

Musiche e canti popolari: voce e chitarra Vito Carbotti

Impianti audio-video – Illuminazione led “Marelli lighting”

Print Friendly, PDF & Email