26062017Ultime Notizie:

L’Anas Piemonte ha presieduto una riunione con altre regione sull’importante ruolo dell’associazionismo

carcaci-rossi-tassoneSi è tenuta sabato, 6 maggio, la riunione operativa organizzata dalla Presidenza Anas Piemonte presso i locali dell’associazione che si trovano a Druento presso la Rubbianetta. I lavori sono stati presieduti dal presidente Carlo Natale Procopio e da Verano, presenti oltre ai presidenti territoriali e delle varie articolazioni del Piemonte anche alcuni delegati in rappresentanza provenienti da altre regioni tra cui Veneto, Calabria, Lazio, Campania, Calabria e Sicilia.

All’incontro ha partecipato anche il portavoce dell’associazione il quale prendendo la parola ha evidenziato quanto oggi sia importante il ruolo dell’associazionismo che in qualche modo sul territorio aggrega e formo una classe dirigente in grado di sapere gestire ed organizzare le attività culturali morali sportive e politiche sul territorio oggi l’assenza dei partiti e quindi l’assenza di strutture che formano una classe dirigente che possa guidare la società del domani questo sicuramente può essere solo esclusivamente sostituito da un lato dai sindacati che però hanno perso come è noto  chiudi bilità e dall’altro lato dalle associazioni  laiche e cattoliche. Per Tanto  il presidente Procopio su invito Hocus e su sollecitazione del portavoce ha invitato tutti i partecipanti ad attivarsi per instaurare buoni  rapporti con le altre associazioni al fine, non tanto di andare a sostituire, ma quanto di andare a colmare i vuoti che purtroppo con la scomparsa dei partiti si sono creati nella società. Per di più, oltre a questo tema particolarmente delicato come si può comprendere, la Presidenza Nazionale ha  trattato anche quelle che sono le indicazioni quali quello di implementare le attività in materia di agenzia per il lavoro affinché i giovani possano trovare realizzazione e soddisfazione attraverso il lavoro, e cioè di fare quanto più possibile sportelli e orientamenti sul territorio per aiutare i giovani a trovare un’occupazione degna e soprattutto che sia in linea con le attitudini personali e sociali.