18022018Ultime Notizie:

L’amministrazione fa il punto anche sul recupero dell’evasione: 1.300 mila euro recuperati

Cattura

Approvato anche  il regolamento IUC e le nuove tariffe IMU e Tasi

Bagheria, 21/04/2016 –  Il sindaco Patrizio Cinque e l’assessore al Bilancio e Finanze Maria Laura Maggiore intendono informare i cittadini sullo stato dell’arte della riscossione dei tributi.

A tal fine si pubblicano le seguenti tabelle esplicative e relativa agli anni 2013, 2014, 2015

 TRIBUTO RUOLO RIFIUTI RISCOSSO % RISCOSSIONE
TARSU 2013 9621825,01 euro 4431286,5 euro 46,00%
TARI 2014 9529076,94 euro 3595688,5 euro 37,00%
TARI 2015 8512108,34 euro 4169446,01 euro 50,00% circa

 

TRIBUTO ANNI COMPETENZA OSL ANNI COMPETENZA COMUNE
ICI 550000 euro

 

Tassa Rifiuti 346806 euro 403194 euro

 

“Gestire il servizio di riscossione della tariffa sui rifiuti direttamente in Comune ha aumentato  l’incasso della stessa tariffa,  anche grazie al rapporto diretto che l’amministrazione ha con i cittadini al fine di venir incontro alle loro esigenze, per il tramite dell’ufficio Tributi cui va il nostro plauso.  Stiamo lavorando anche sul fronte del recupero dell’evasione fiscale – dice il sindaco Patrizio Cinque – “Con estrema probabilità anche la puntuale raccolta ha indotto i cittadini a pagare un tributo che pagavano malvolentieri visti i cumuli dei rifiuti che erano presenti in città. Abbiamo fatto tanto ma puntiamo ad un ulteriore miglioramento del servizio e ad una riduzione della TARI”.”

L’’ultima rata della TARI 2015 è scaduta il 31 marzo 2016 e ciò ci fa ben sperare su un ulteriore introito tardivo oltre i termini” – spiega l’Assessore al Bilancio, Maria Laura Maggiore, che aggiunge: “Stiamo lavorando anche sul fronte del recupero dell’evasione fiscale”:

Con determinazione nr. 5 del 04 Novembre 2015 della direzione VI TRIBUTI, la somma di accertamento dell’evasione è stata quantificata in:

TRIBUTO ANNI COMPETENZA OSL ANNI COMPETENZA COMUNE
ICI 550000 euro

 

Tassa Rifiuti 346806 euro 403194 euro

Il dato totale dell’accertamento del recupero dell’evasione fino a novembre 2015 è pari a 1.300 mila euro.

“Il recupero dell’evasione è uno dei nostri obiettivi al fine di attuare i meccanismi di equità fiscale tra i contribuenti e poter garantire i servizi che i cittadini meritano siano loro erogati” – conclude  è l’assessore Maggiore.

E intanto l’amministrazione comunale ha approvato il nuovo regolamento di disciplina dell’imposta comunale IUC e le nuove tariffe IMU e Tasi, rispettivamente con le delibere giuntali n, 42 e 43 del 13 aprile 2016. Entrambe le delibere sono pubblicate all’albo pretorio online.

Le Delibere sono già state pubblicate e possono essere scaricate all’Albo pretorio on-line sul sito del Comune.

In merito alle aliquote quella ridotta per abitazione principale e pertinenze è pari al 4 per mille, 8,6 per mille le aliquote per tutti gli altri fabbricati ed aree edificabili, 10,6 per mille i terreni agricoli ed infine 8,6 per mille (di cui 7,6% riservato allo Stato) per i fabbricati produttivi di categoria D ed infine 8,6 per mille per gli immobili locati a canone concordato. Confermata la detrazione  per l’abitazione principale (categorie A/1, A78 e A/9). Per l’IMU l’acconto si pagherà entro il 16 giugno, il saldo entro il 16 dicembre.

Passiamo alla Tasi:  2 per mille è l’aliquota  per gli altri fabbricati comprese le abitazioni principali (Categoria A/1, A/8, A79 e pertinenze), per i fabbricati produttivi di categoria D/10 e D, per le aree edificabili, per gli immobili lacati a canone concordato, per gli immobili merce mente per i fabbricati produttivi di categoria D/10 l’aliquota è l’1 per mille. Anche in questo caso l’acconto si potrà pagare entro il 16 giugno, il saldo entro il 16 dicembre.

Commenta l'articolo