20102017Ultime Notizie:

L’allarmante dato delle deforestazioni record

In appena 13 anni, a partire dal 2000 è sparito il 7% delle foreste vergini del mondo: un’area di 919mila chilometri quadrati, grande quanto il Venezuela.

A rivelarlo una ricerca dell’Università del Maryland, negli Usa, pubblicata dalla rivista “Sciences Advances”; i ricercatori hanno coordinato il lavoro di colleghi in Europa, Nord America e Asia, confrontando le foto dei satelliti nel periodo preso in considerazione.

Le foreste vergini, hanno un ruolo fondamentale nell’assorbire anidride carbonica (riducendo l’effetto serra), proteggere la biodiversità e regolare il flusso dell’acqua negli ecosistemi.

La prima causa di questa deforestazione è l’industria del legname, seguita da espansione agricola, incendi di origine umana, produzione di energia e attività mineraria.

Secondo i calcoli dell’Istituto di ricerca ambientale dell’Amazzonia, basati sui dati diffusi dal governo federale brasiliano, la foresta amazzonica sta scomparendo a ritmi vertiginosi: tra agosto 2015 e luglio 2016 l’Amazzonia avrebbe perso 7.989 chilometri quadrati di territorio coperto da vegetazione,paragonabile alla scomparsa di 128 campi di calcio l’ora.

La foresta amazzonica rappresenta il più grande polmone verde del pianeta con i suoi 6,7 milioni di chilometri quadrati di foresta e ospita circa il 10% di tutte le specie viventi nel mondo: oltre duemila nuove specie di piante e vertebrati sono state scoperte e descritte solo dal 1999, secondo i dati del Wwf.

Quasi due terzi della perdita (60%) si sono registrati ai tropici, soprattutto in Sudamerica, poi in Asia sudorientale e Africa equatoriale. Il paese che ha perso più foresta vergine in assoluto è la Russia (179.000 km quadrati), seguita da Brasile (157.000) e Canada (142.000). In termini percentuali, il paese che ha perso più foresta vergine è la Romania (100%), seguita da Paraguay (79%), Cambogia (38%), Laos, Guinea Equatoriale e Nicaragua (35%). Repubblica del Congo, Gabon, Camerun, Bolivia e Myanmar rischiano di perdere tutta la loro foresta vergine nel giro di 60 anni.

Integerrimi Uganda, Repubblica Dominicana, Thailandia e Cuba che hanno messo sotto protezione il 90% delle loro foreste vergini.

 
Valentina G.