21072018Ultime Notizie:

LA RASSEGNA TEATRO RAGAZZI PADOVA 2015-16 CON BLEU! PROPONE L’ INTERACTIVE THEATRE FOR CHILDREN IL TEATRO AL TEMPO DEI LINGUAGGI ELETTRONICI

Print Friendly, PDF & Email

Uno splendido e sorprendente spettacolo va in scena nei gg 17-18-19 febbraio ore 9 e 11 per circa 500 bambini delle scuole dell’infanzia e primarie di Padova: BLEU! della compagnia toscana TPO in coproduzione con Teatro Metastasio Stabile della Toscana Théâtre Joliette Minoterie Marseille-Provence 2013, Capitale européenne de la culture, nell’ambito di TEATRO RAGAZZI PADOVA 2015-16 promosso da Comune di Padova e affidato a Antonio Panzuto e Tam Teatromusica. Si tratta di Teatro Interattivo per Bambini. La ricerca teatrale di TPO in questi decenni rappresenta un contributo unico in merito al rapporto tra immagini e scena, tra immagini e teatro nell’epoca dei linguaggi elettronici. La splendida storia marina di Bleu! si presenta come uno sviluppo del tema delbleu_15 viaggio mitologico. Il Marinaio, la Sirena, gli Elementi originari: l’acqua, la sabbia ed i materiali celesti del mondo iperuranico, come le stelle, il cielo. Bleu! narra dell’incontro tra due figure: un marinaio e una entità magica e misteriosa, una ninfa del mare. Tutto comincia nel momento in cui “Lei” lascia cadere nel mare una perla affinché “Lui” la ritrovi. Il marinaio dovrà percorrere un viaggio avventuroso, solcando le acque del mare e immergersi in abissi profondi, trasformando la nostra storia in un percorso di scoperte e conoscenza. In Bleu! le stelle sono il filo conduttore che permette ai nostri spettatori di avere dei punti di riferimento nella storia. Seguendo le tracce delle stelle, infatti, affrontiamo le acque tempestose e la furia dei venti, incontriamo gli abitanti del mare, si danza, si suona, si creano occasioni di gioco per un piccolo equipaggio affiatato e collaborativo. Gli elementi naturali dell’ambiente marino diventano lo scenario di un viaggio virtuale degli attori e del pubblico. Una grande spirale di tulle, sospesa, mobile, in lenta e costante trasformazione, diventa la superficie che fa “galleggiare” le immagini e rende lo spazio totalmente immersivo. In questo scenario piccoli gruppi di bambini potranno interagire con i due danzatori, e scoprire la vita segreta dell’ambiente marino

Commenta l'articolo