22112017Ultime Notizie:

La presidente dell’Anas Puglia chiede delucidazioni all’acquedotto pugliese sullo sversamento dei liquami e sulla rottura delle condutture

presidente-anas-pugliaLa Presidente Regionale dell’A.N.A.S. Regione Puglia, Anna Capra, che si occupa anche di promozione territoriale, ha scritto una lettera all’acquedotto pugliese chiedendo delucidazioni circa lo sversamento dei liquami e della rottura delle condutture verificatosi domenica 04/06/2017 nella località Capitolo, un evento traumatico che poteva rivelarsi una catastrofe.

L’azione è stata maturata anche dalle telefonate dei cittadini monopolitani e dei coraggiosi gestori di attività ricettive della località Capitolo, i quali si sono trovati in grande difficoltà.

L’evento ricorda quello avvenuto meno di un anno fa, ove una perdita nella fognatura ha messo a serio rischio la stabilità della sede stradale nell’unica contrada del mare a metà luglio scorso. E tempestivamente i tecnici hanno provveduto, in piena stagione estiva, all’esecuzione di urgenti lavori di scavi, causando non pochi disagi.

“Pertanto la nostra domanda è una sola: Come mai in quell’occasione non si è pensato di ristabilire le intere condotte danneggiate? “- ha dichiarato la presidente – “inoltre i tecnici dell’acquedotto Pugliese sanno bene che quella zona subisce un forte incremento di gente nel periodo estivo, che mette a dura prova un sistema idrico-fognante compromesso e malandato, di conseguenza non era necessario aspettare l’inizio della stagione estiva, causando un ulteriore disagio ai ristoratori e gestori di strutture turistiche, oltre che ai turisti e residenti. Si è rischiato di compromettere un’intera stagione turistica e di inquinare il nostro meraviglioso mare, causando un danno di immagine e ambientale.”

Pertanto, L’A.N.A.S. Regione Puglia, che ha costituito un comitato interno a tutela ambientale e di promozione territoriale per il Capitolo, chiede all’acquedotto Pugliese spiegazioni in merito alla cattiva manutenzione della rete idrica nel tratto interessato, al mancato ripristino delle condutture lesionate e/o potenzialmente tali durante i lavori effettuati tra l’estate e l’autunno 2016, e la tempistica necessaria per la messa in sicurezza dell’intera rete della zona Capitolo.