18112017Ultime Notizie:

L’A.N.A.S. ha avviato una Campagna di raccolta di fondi per finanziare lo sviluppo di attività benefiche.

L’A.N.A.S. ha avviato una Campagna di raccolta di fondi per finanziare lo sviluppo di attività benefiche.

Nello specifico, saranno sviluppate i seguenti tre progetti:

-      La ristrutturazione di un bene confiscato alla mafia, già assegnato all’associazione, da adibire ad attività sociali, ovvero: Agrumeto sociale, Accoglienza e Formazione di soggetti svantaggiati, Percorsi didattici per bambini in campo ambientale, Formazione specifica nel settore della Protezione Civile;

-      La distribuzione, attraverso le sedi A.N.A.S. presenti in tutto il territorio nazionale, di derrate alimentari da destinare alle famiglie bisognose, purtroppo sempre più numerose, allo scopo di incidere in maniera concreta e immediata a migliorare lo stato di disagio in cui versano;

-      Ri-Generazione Europa, progetto che ha l’obiettivo di sensibilizzare, informare e formare gli studenti delle Scuole Secondarie di II grado sui Principi e le Istituzioni dell’Unione europea, nonché promuovere attività di “educazione alla legalità” attraverso una molteplicità di azioni combinate.

Agevolazioni fiscali per i donatori

Il Decreto Legislativo n. 117 del 3 luglio 2017 ha introdotto nuove misure di fiscalità di vantaggio per chi dona denaro e beni agli Enti del terzo Settore.

Agevolazioni fiscali per le persone fisiche:

● donazioni in denaro e in natura detraibili al 30% fino ad un massimo di € 30.000 per ciascun periodo d’imposta

● in caso di donazioni in favore delle ODV (Organizzazioni di Volontariato) l’aliquota sale al 35%.

● in alternativa, le donazioni in denaro o in natura sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato.

 

Agevolazioni fiscali per le aziende e enti:

● donazioni in denaro e natura deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e rimozione del limite imposto dalla normativa precedente (70.000 euro/annui)

● se la deduzione supera il reddito complessivo dichiarato, l’eccedenza può essere dedotta fino al quarto periodo d’imposta successivo

Il donatore è favorito perché:

● ha diverse modalità di risparmio fiscale

● le somme donate a soggetti ritenuti meritevoli non vengono più considerate nella sua disponibilità e quindi si riduce l’impatto delle imposte sulle donazioni

● la deduzione riduce l’imponibile del contribuente

● la detrazione permette di ridurre direttamente l’imposta.

 

Per ottenere il beneficio, occorre che le erogazioni liberali siano effettuate con versamento postale o bancario, assegni bancari e circolari o con carte di debito, carte prepagate e carte di credito.

L’A.N.A.S. per agevolare i suoi sostenitori ha attivato un canale di Donazioni on-line attraverso il proprio sito Internet www.anasitalia.org direttamente raggiungibile al seguente link:

http://donazioni.anasitalia.org/donazioni.php