22112017Ultime Notizie:

LA BELLEZZA DI SANTA BIBIANA E IL C.D. TEMPIO DI MINERVA MEDICA

“Questo tempio, modesto nelle dimensioni ma ricco di storia e spiritualità, parla foro-romano-750356_1920eloquentemente di Dio: verso di Lui conduce ogni sua parte. Le opere d’arte, tra le quali spicca l’edicola marmorea sovrastante l’altare maggiore, con la statua di Santa Bibiana, ci fanno comprendere quanto siano importanti le testimonianze storiche ed artistiche, per tramandare attraverso i secoli i sentimenti di fede, di adorazione e di lode a Dio, somma Bellezza e Bontà”. (Giovanni Paolo II )

La zona ove sorgono la chiesa di Santa Bibiana  e il c.d. tempio di Minerva Medica fa parte dell’Esquilino, il quindicesimo rione della città di Roma.

La sua facciata è stata la prima opera di architettura del Bernini. La chiesa fu costruita nel V sec. al posto di un palazzo di proprietà della famiglia di Bibiana. In una nicchia sopra l’altare si trova una statua di Santa Bibiana del Bernini, la prima figura completamente vestita scolpita dall’artista. L’opera – così come la ristrutturazione della chiesa nelle forme che oggi vediamo – fu commissionata a Bernini da papa Urbano VIII ed eseguita tra il 1624 e il 1626. L’interno è diviso in tre navate da otto colonne antiche. Presso l’ingresso si trova la colonna alla quale la Santa sarebbe stata legata e flagellata a morte durante il regno di Giuliano l’Apostata. Gli affreschi di Pietro da Cortona sulle pareti raccontano le vicende della giovanissima Santa.

A breve distanza sono i monumentali resti del c.d. “tempio di Minerva Medica”, in realtà un padiglione degli Horti Liciniani, una delle grandi ville che dall’età augustea in poi occuparono questa parte dell’Esquilino. Sopravvissuto quasi integro fino ai nostri giorni, il padiglione fu oggetto d’interesse di architetti del calibro di Giuliano da Sangallo, Baldassarre Peruzzi, Palladio e Filippo Brunelleschi, che studiò l’edificio durante le fasi progettuali della cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze.

PASSEGGIATA D’ARTE: 10:30 – 12:30

APPUNTAMENTO h. 10:30 Via Giovanni Giolitti, 154 - TERMINE h. 12:30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: €12.50 a persona in loco alla referente adm. Si prega di portare con sé banconote di piccolo taglio.

INFO&PRENOTAZIONI:  info@adm-arte.it oppure 349 7744315

Commenta l'articolo