13122017Ultime Notizie:

In troppi hanno paura della matematica!

Un gruppo di ricercatori americani ha studiato i danni che mamma e papà possono fare con la propria paura per la matematica. Gli studi condotti, matematica bambinihanno mostrato che a volte è meglio che i figli facciano i compiti da soli senza genitori, soprattutto se i genitori non riescono a nascondere le proprie ansie verso la matematica. I ricercatori hanno preso un campione di scolari di tre Stati americani ed hanno misurato le loro abilità in matematica . I genitori hanno compilato un questionario riguardo alle loro ansie sulla matematica e un altro su quanto spesso aiutino i figli a fare i compiti a casa. Il risultato è stato che genitori hanno molte ansie verso la matematica; infatti i figli se lasciati da soli e allontanati dal genitore, se la cavano come tutti gli altri di fronte ai compiti di matematica, e in ogni caso non potrebbero far peggio di come facciano con dei genitori che non sono bravi nella suddetta materia.
Inoltre non bisogna confortare il figlio dicendogli che non si è portati per la matematica perché potrebbe ricevere un messaggio sbagliato: cioè quello che impegnarsi non abbia senso.

Giovanni Filocamo autore del libro “Mai più paura della matematica”, ritiene che la matematica presentata bene, non solo non fa paura ma può essere anche divertente. La matematica dovrebbe essere insegnata in modo giocoso e associata anche all’idea di serenità. Questa consapevolezza viene dal fatto che Filocamo è project manager di Matefitness, un sistema per allenare la mente in matematica, ed ha a che fare con intere classi e con famiglie. Filocamo racconta che nel momento in cui il genitore accompagna il figlio rimane in disparte, ma alla fine della giornata si ritrova a giocare, mentre cerca concentratissimo, di risolvere problemi matematici.

Oggi chi racconta di fare il professore di matematica spesso viene guardato in modo sospettoso e ancora oggi se qualcuno alza la mano durante l’ora di matematica è considerato un secchione. Tutto ciò crea dei pregiudizi, ma i matematici sono come tutti, anche loro odiano fare i conti e non hanno una grande memoria.

Quella che potremmo chiamare fobia della matematica è un insieme di condizionamenti, paure e vergogne che ognuno di noi considera la normalità e spesso si consola pensando che della matematica si può fare anche a meno. In matematica, a differenza delle materie umanistiche, nelle quali si può dare anche la propria interpretazione, se non hai capito non puoi andare avanti.
In realtà i matematici sono molto chiari, nella vita nulla si può affrontare senza la matematica!
Lo dice chiaramente l’iniziativa del ministero dell’istruzione britannica che nei programmi scolastici prevederà l’utilizzo di competenze come: dividere il conto al ristorante, gestire un mutuo sulla casa o non farsi prendere in giro dai saldi.

Attualmente il nostro paese resta sotto la media OCSE del livello dei voti ai test di matematica e per la voglia di andare a scuola. I paesi migliori sono Shanghai e Singapore che si sono piazzati negli ultimi anni ai primi posti per la conoscenza della matematica.

Smiriglia Serena

Commenta l'articolo