21042018Ultime Notizie:

Il test di Cooper

Il Test di Cooper è il test di resistenza più utilizzato nella pratica sportiva, sia a livello agonistico che amatoriale. Sostanzialmente si tratta di una prova di corsa che consente di valutare la potenza aerobica dell’organismo; pertanto si procede col misurare la massima distanza che il soggetto riesce a compiere in 12 minuti esatti.
Per eseguire correttamente il test di Cooper è richiesto un cronometro ed un percorso (pista, tratto stradale, ecc.) conosciuto per sviluppo metrico, dal quale poter ricavare la distanza percorsa nel tempo stabilito. Questo test ha il vantaggio di poter essere eseguito da soli, senza apparecchiature sofisticate o l’assistenza di un operatore, ma richiede una certa esperienza per dosare progressivamente lo sforzo durante il tempo stabilito.
Il test di Cooper è un test ormai preistorico che risale ai tempi in cui la gran parte della popolazione non era minimamente allenata. Alla fine degli anni ’50 del XX secolo si diffuse tra i fisiologi sportivi l’idea di ideare test che potessero predire la “resistenza del soggetto alla corsa”, in particolare test che potessero misurare il massimo consumo di ossigeno.
Occorre tener presente che il seguente test ha come prerequisito fondamentale il mantenimento di un ritmo regolare durante la prova. Se un soggetto è inesperto e parte troppo forte o troppo piano, la distanza trovata con il test risulta inferiore alla reale potenzialità dell’atleta.
È da considerare, senza dubbio, il livello di preparazione atletica del soggetto posto in esame: l’allenamento varia enormemente le potenzialità del soggetto, e il decremento delle prestazioni, dovuto all’età, è molto più sensibile in un sedentario che in un atleta che si allena con continuità.
Una volta rilevata la distanza percorsa, espressa in metri, ci si avvale dell’uso di una tabella riportante i parametri guida, in relazione al sesso e all’età:cooper_1

 

In determinata circostanze (malattie acute o croniche dell’apparato respiratorio, febbre, ipertensione grave, infiammazioni o infezioni in corso, ecc.) si consiglia di evitare il test di Cooper o di effettuarlo sotto controllo medico.
Palermo
20 Febbraio 2016

Giusy Modica
Consulente per la salute con lo sport presso l’Associazione Anas zonale Oreto.
Per informazioni e appuntamenti chiamare al numero 091-336558 dalle ore 9:00 alle ore 13:00.

 

Commenta l'articolo