16122017Ultime Notizie:

Il liceo Scientifico di Marsala accoglie gli studenti fiamminghi

benvenuto

Dal 5 al 12 Marzo, 22 studenti del quarto anno del Liceo Scientifico P.Ruggieri di Marsala hanno partecipato ad un’attività di scambio culturale con alunni del St. Dimpnacollege di Geel(Belgio). Lo scambio, accolto con entusiasmo dal Dirigente Scolastico, è stato progettato, organizzato e coordinato dalla professoressa Loredana Adamo, supportata dal Prof. Salvatore Colicchia in fase di realizzazione.

Sin dal primo momento di presentazione ed organizzazione delle attività, gli studenti si sono impegnati per rendere l’esperienza coinvolgente ed indimenticabile. Dopo un minuzioso lavoro preparatorio, l’intensa settimana ha coinvolto i ragazzi in numerose attività culturali, didattiche e ricreative. A scuola sono stati realizzati diversi workshop: il laboratorio sulle energie rinnovabili, tutorato dal prof. Salvatore Colicchia, quello di Arte sulla rappresentazione live di opere note come ‘La Ragazza dall’orecchino di perla‘ di Vermeer, curato dalla professoressa Carla Benigno, una lezione interattiva sull’opera dell’artista fiammingo Bruegel, curato dalle docenti del college belga. Alcune attività sono state interamente ideate e realizzate dagli studenti. Per esempio, la lezione di italiano ha permesso di avvicinare gli studenti fiamminghi all’acquisizione di suoni propri della nostra lingua e un video per far conoscere la nostra città è stato interpretato e girato dai ragazzi stessi. I diversi momenti hanno messo in luce le capacità e le competenze degli studenti non solo nell’uso della lingua inglese, ma anche nell’utilizzo di competenze trasversali e di linguaggi diversi da quelli impiegati nel quotidiano lavoro in classe.

Il gruppo ha inoltre visitato alcuni tra i più importanti siti archeologici e culturali che la nostra terra vanta: il Palazzo dei Normanni con la splendida Cappella Palatina e le sale di recente aperte al pubblico, il magico intreccio tra natura e arte di San Giovanni degli Eremiti, la sorprendente Chiesa della Martorana, i templi greci di Selinunte, il museo del giovinetto di Mozia, l’ipogeo di Crispia Salvia (visitato grazie al personale del Museo Archeologico e alle guide dell’Istituto Commerciale Turistico). Tutto è stato caratterizzato anche da momenti di svago e spensieratezza che hanno permesso la formazione di un gruppo coeso in cui non è prevalsa nessuna delle due culture, ma soltanto la cultura dell’integrazione.

Durante il soggiorno lo stato d’animo è stato chiaro e palese, confermato da esclamazioni come ’E’stata l’esperienza migliore che abbia mai vissuto ‘ o ‘Vorrei non andare più via’ o ancora ‘The best exchange student in the whole world!! Thanks for this amazing experience!” (parlando del proprio amico italiano che ospitava) … e tante altre frasi che hanno accompagnato il pianto irrefrenabile nel momento dell’arrivederci, fine della prima parte di questa esperienza che riprenderà a Geel il 23 Aprile nella Settimana Europea. Lì i ragazzi del Liceo Scientifico saranno ospitati nelle case degli amici belgi e incontreranno altri studenti polacchi, tedeschi, ungheresi.

Crediamo fermamente che in questo periodo storico caratterizzato da un nuovo innalzamento di muri e barriere – ha detto la Prof. Loredana Adamo –  sia necessario rafforzare l’idea che siamo tutti cittadini europei e del mondo. Questa occasione di scambio ha creato legami transnazionali che sicuramente contribuiranno a far sentire il mondo uno e nostro.