20102017Ultime Notizie:

Il Giovedì de “La Parola di Trang”: la cucina vietnamita

Questa settimana la rubrica “La Parola di Trang” è dedicata all’orientale phofascino della cucina vietnamita.
Si tratta di una cucina particolarmente speziata e ricca di aromi, con il largo utilizzo di zenzero, citronella anice stellato, cannella, chiodi di garofano e coriandolo, in cui il riso la fa padrone.
Il riso infatti, nei suoi molteplici formati, dalla sua forma più semplice agli spaghetti e alla carta di riso, è il vero protagonista della cucina vietnamita, gustato da solo o come accompagnamento ai piatti di carne, pesce o verdure.
Il piatto nazionale è un brodo di vari gusti con spaghetti di riso, i quali, ha differenza dei nostri spaghetti di grano duro, riescono a mantenere una tenuta più elastica e gradevole all’interno del brodo caldo. Il brodo prevende una lunghissima preparazione che varia dalle 5 alle 6 ore e nem ran-16615l’utilizzo di molteplici spezie in grado di rendere particolarmente gustoso e sfizioso il piatto; inoltre in proposito sussistono delle differenze fra il nord e il sud del Paese, a nord si predilige un gusto poco piccante e questo piatto viene detto Pho, mentre a sud e al centro la cucina prende una nota decisamente piccante e il brodo viene detto Bún bò Huế.
Altro piatto tipico vietnamita sono i Nem Rán, degli involtini di primavera consistenti in fogli di carta di riso in cui viene racchiuso un ripieno di carne, spaghetti di soia, carote, cipolla, uova e funghi per poi venire fritto (esiste anche una versione “fresca”, detta Nem Cuốn, che prevede la sola cottura del ripieno).Ché
Fra i dolci è possibile annoverare i Bánh Tiêu, delle frittelle dolci con del sesamo sopra, il Chè Xôi Nước, dei gnocchi di fagioli mungo insaporiti da un brodo dolce composto da sciroppo di zenzero e latte di cocco, e il Chè, una zuppa dolce estiva composta da latte di cocco e ghiaccio, frutta e fagioli dolci.

 

 

 

Commenta l'articolo