18102017Ultime Notizie:

Il CrossFit

6054015606_4beac1a6d7_b

Il CrossFit è un metodo di preparazione fisica ideato negli anni ’70 da Greg Glassman, fondato su un programma di allenamento trasversale che si propone come obiettivo quello di rafforzare tutte le componenti fisiche come la forza, la forza resistente, la capacità cardiorespiratoria e l’equilibrio, attraverso l’utilizzo di esercizi di natura diversa, sia aerobici che anaerobici, con lo scopo di garantire un benessere completo e generale.
Nonostante sia stato creato circa 40 anni fa, il CrossFit ha iniziato ad acquisire una certa risonanza mediatica soltanto vent’anni più tardi e ad oggi rappresenta una realtà consolidata. Negli Stati Uniti d’America, ad esempio, si tengono i “CrossFit Games”, vere e proprie gare in cui gli atleti dimostrano la propria abilità negli esercizi proposti, che secondo la filosofia del metodo sono sempre diversi nelle combinazioni.
Una sessione di Crossfit è composta da diversi movimenti ed esercizi funzionali che si susseguono rapidamente; non esiste un elenco preciso e fisso di esercizi da eseguire durante una lezione; piuttosto essenzialmente ci si mantiene entro il raggio di tre determinate categorie: esercizi anaerobici o di resistenza fisica (corsa, vogate, salti con la corda, ecc.),  ginnastica e movimenti a corpo libero (tra cui squat, piegamenti sulle braccia, trazioni alla sbarra, sollevamenti alle parallele) e movimenti di sollevamento pesi (serie di gesti derivati in cui lo sforzo viene amplificato attraverso l’utilizzo di un sovraccarico).
La meta finale che si prefissa l’ideatore di questo metodo è quella di padroneggiare i dieci punti fondamentali del fitness: resistenza cardiorespiratoria, resistenza muscolare, forza, flessibilità, potenza, velocità, coordinazione, agilità, equilibrio, precisione.
Una seduta d’allenamento tipo del CrossFit prevede 10-15 minuti di  warm up (riscaldamento), 20-30 minuti di presentazione/esecuzione del WOD (workout of day -  minicircuito composto da diversi esercizi), 5-10 minuti di defaticamento e/o stretching ed infine una breve analisi dell’allenamento appena terminato (utilità, errori, correzioni, ecc.).
Quello che rende particolare questo metodo innovativo è senz’altro la genericità e l’illimitata combinazione di circuiti proponibili; ciò mantiene sempre viva la motivazione del praticante.

Palermo
01 Maggio 2016

Giusy Modica
Consulente per la salute con lo sport presso l’Associazione Anas zonale Oreto.
Per informazioni e appuntamenti chiamare al numero 091-336558 dalle ore 9:00 alle ore 13:00.