19082018Ultime Notizie:

Educazione civica e voglia di riscatto: da questo parte il corso di ausiliare del traffico in Calabria. La parola al presidente regionale dell’ANAS

Print Friendly, PDF & Email

Gli ausiliari del traffico sono stati istituiti con la legge n. 127 del 15/05/1997 che, all’art. 17 ne disciplina le funzioni e competenza e i comuni possono, con provvedimento del sindaco, conferire funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta a dipendenti comunali o delle società di gestione dei parcheggi. Ed è per tale motivo che Anas Italia zonale Samo, in provincia di Reggio Calabria ha avviato un corso libero di ausiliare del traffico.

ausiliare del traffico - RCIl presidente regionale dell’ A.N.A.S. Gianfranco Sorbara dichiara – “Sono particolarmente soddisfatto della partenza di questo nuovo corso di ausiliari del traffico, arrivato ormai alla sesta edizione in Calabria, e nuovamente in un piccolo comune della provincia di Reggio”- prosegue – “ la soddisfazione è doppia perché oggi dimostriamo insieme all’amministrazione comunale, nella persona del sindaco Bruzzaniti, e del formatore che ha dato la propria disponibilità, l’Ispettore Franco Seminara – Comandante Capo della Polizia Stradale distaccamento di Brancaleone -, che Samo, la locride e la Calabria in genere, non è solo Ndrangheta ma è anche cultura, educazione civica e voglia di riscatto. Questi incontri serviranno per parlare di sicurezza stradale, di educazione civica e non solo: educazione al rispetto del prossimo, del bene comune e del territorio in generale; proprio in questo giorni in cui Samo viene dipinta dai media nazionali come una cittadina mafiosa, noi abbiamo testimoniato invece la parte positiva, quella che parla di legalità e cultura in modo chiaro ed inequivocabile. Sono contento quindi non solo per l’avvio di una ulteriore attività dell’associazione”, conclude Sorbara, “ma specie per aver sottolineato un aspetto positivo della nostra terra, perché ormai siamo veramente avviliti di leggere solo ed esclusivamente cronaca nera, è questo sentimento ormai è diffuso purtroppo in larga parte della popolazione: oggi a Samo lo sguardo dei cittadini convenuti era di amarezza e scoraggiamento per le parole usate nei loro confronti dalle tv nazionali”.