14122017Ultime Notizie:

Dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in arrivo i nuovi finanziamenti per favorire la diffusione della cultura scientifica

anas castrovillariDal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in arrivo i nuovi finanziamenti per favorire la diffusione della cultura scientifica. Oltre 12 milioni di euro destinati a istituzioni e progetti che abbiano finalità didattiche, informative e divulgative in ambito scientifico.

Due gli interventi previsti. Con un primo bando sono stanziati più di 6 milioni di euro per sostenere il funzionamento di enti, strutture scientifiche, fondazioni, consorzi, tramite la concessione di contributi triennali per il periodo 2015-2017. Tra i requisiti valutati da un Comitato Tecnico-Scientifico sono da considerare l’esperienza e la competenza acquisite nel settore, la disponibilità di un patrimonio e di collezioni di rilievo qualitativo, le collaborazioni con altri enti e le partecipazioni a progetti nazionali, comunitari o internazionali, la rilevanza dell’offerta didattica e scientifica, la presenza di personale qualificato destinato stabilmente ad attività di diffusione della cultura scientifica e di valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico.

Un secondo bando prevede invece contributi annuali per progetti presentati da istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, incluse le scuole paritarie, e altri soggetti pubblici e privati impegnati in attività di promozione, tutela, formazione e informazione in relazione al patrimonio naturalistico, storico, scientifico, tecnologico ed industriale del nostro Paese.

L’obiettivo è stimolare l’interesse dei cittadini e degli studenti al tema scientifico, incentivando le istituzioni, ad esempio, a creare nuove città-centri delle scienze e delle tecniche, a sviluppare nuove metodologie efficaci e innovative utili alla didattica, a curare l’aggiornamento professionale del personale addetto alla gestione dei musei e dei centri scientifici e tecnologici, a realizzare iniziative espositive, convegni, prodotti editoriali e multimediali, attività di ricerca, a migliorare l’utilizzo dei laboratori scientifici e degli strumenti multimediali anche con la collaborazione del mondo della ricerca e delle imprese. Quest’ultimo punto, in particolar modo, sarà valutato positivamente così come la capacità di creare sinergie con altre scuole ed enti esterni e di coinvolgere attivamente gli studenti.

La suddivisione delle risorse prevede che 2 milioni e 600 mila euro siano indirizzati alle scuole, mentre 1 milione e 400 mila euro a soggetti diversi dalle scuole.

Il bando prevede inoltre un budget (2.650.000 milioni di euro) anche per la stipula di Accordi e Intese tra le scuole - o gli altri soggetti ammessi al bando- e altre Amministrazioni dello Stato, Università, Enti pubblici e privati, finalizzati alla realizzazione dell’obiettivo di divulgazione scientifica, con particolare attenzione al collegamento con progetti, programmi, iniziative di carattere comunitario e/o internazionale e alla ricaduta delle attività su più ambiti territoriali a livello nazionale.

Commenta l'articolo