18082017Ultime Notizie:

Costruzione della Tav: l’Anas non condivide la realizzazione di tale opera

tav2-294x300Il presidente dell’Anas della Regione Sicilia a seguito delle note polemiche contro la costruzione della Tav che sono emerse in un precedente corteo di protesta, ove hanno partecipato diversi sindaci tra cui anche il vicesindaco di Torino, ha dichiarato che il popolo, almeno quello del Piemonte e della Val di Susa, è contro la costruzione di questa grande opera.

Noi come Anas, così come il vicesindaco di Torino, non appoggiamo l’idea che tutti i fondi presenti siano destinati esclusivamente per la costruzione della Tav  a discapito delle tangenziali e autostrade italiane.

A titolo esemplificativo si consideri la situazione Palermo, una città di oltre un milione di abitanti, non ha una tangenziale degna di questo nome ma ancora una circonvallazione interrotta da una serie di semafori il cui limite per una buona parte è da 50 a 70 chilometri orari, per cui, attraversare Palermo spesso diventa un’impresa alquanto difficile.

Possiamo anche parlare delle autostrade poche e poco funzionali in Sicilia, ricordiamo i ponti crollati della Palermo-Catania, la Palermo-Agrigento, e ancora la Palermo-Messina di cui una buona parte di strada è a senso unico alternato. Per non parlare di come raggiungere Siracusa partendo da Catania.

 

La Sicilia, così come le altre Regioni, ha necessità di supporto delle autostrade che facciano da collegamento a tutte le province, un’opera  funzionale allo sviluppo del turismo e conseguentemente alla valorizzazione del territorio. Questo genererebbe occupazione e ricchezza. Dunque, invitiamo il Governo ad accontentare con una sola azione più territori adottando una visione univoca che riguarda le infrastrutture e i trasporti al fine di puntare al bene comune.