14122017Ultime Notizie:

COSENZA: Consiglio comunale la maggioranza difende la scelta della Circolare veloce Cosenza-Università della Calabria

E’ inevitabilmente scivolata sulla Circolare veloce Cosenza/UniCal la discussione che invece, in maniera più complessiva – e per come previsto dall’Ordine del Giorno del Consiglio comunale riunitosi in data odierna e presieduto da Luca Morrone – avrebbe dovuto riguardare esclusivamente la “situazione economico-finanziaria dell’AMACO”. Ma la strettissima attualità della questione relativa al collegamento, con mezzi Amaco, tra Cosenza e Rende-Università della Calabria, che sta incontrando non pochi problemi – tanto che il Sindaco Mario Occhiuto, a lavori del Consiglio in corso ha dovuto allontanarsi proprio per un incontro chiesto dalla componente studentesca dell’UniCal – ha inevitabilmente condizionato il dibattito e l’esito dello stesso. Compatta la maggioranza nel difendere la scelta dell’Amministrazione comunale di difendere il servizio dell’Amaco per e dal polo universitario di Arcavacata, non è contraria nel principio nemmeno la minoranza salvo precisare che tutto va fatto però nel rispetto delle regole. All’esito della discussione (della quale riferiremo in un successivo e dettagliato comunicato) forze di maggioranza e di minoranza non sono riuscite a ritrovarsi su un documento unico. Di seguito diamo pertanto conto di entrambi i documenti:

la maggioranza “esprime apprezzamento per la politica svolta dal Comune di Cosenza, preordinata a garantire ai cittadini un servizio di trasporto pubblico più efficiente ed organizzato. In quest’ottica, particolarmente significativa è l’istituzione della circolare veloce che assicura un servizio urbano tra la città ed il polo universitario. In tale contesto l’Amaco, assicurando questi nuovi servizi, ha nuove prospettive di intercettare una domanda di mercato molto consistente, che assicurerà notevoli introiti, utili nel futuro a consentire la realizzazione di un sostanziale pareggio di bilancio ed una migliore situazione di liquidità finanziaria. Il Consiglio pertanto invita il Sindaco a proseguire nell’azione politico-amministrativa già intrapresa”.

La minoranza:

“Sentita la relazione del Sindaco; considerato che l’Amaco è società interamente partecipata dal Comune di Cosenza e che, da anni, ha una gestione finanziaria sana tanto che il Comune, da oltre un decennio, non interviene per ripianare debiti; viste le recenti problematiche inerenti la cosiddetta circolare veloce che comunque faranno carico, allo stato, di considerevoli oneri finanziari per il conseguente aggravio di costi di esercizio; ritenuto che, anche sul tema della mobilità anche extraurbana, occorre, nel rispetto delle leggi e dei regolamenti nazionali e regionali, puntare su una migliore organizzazione dei servizi per rispondere alle esigenze del trasporto pubblico nell’area urbana cosentina che comprende l’insediamento universitario; dopo ampia discussione DELIBERA di dare mandato al Sindaco ed alla Giunta di indirizzare e vigilare sull’andamento dei costi di servizio Amaco, urbani ed extraurbani, e ciò al fine di mantenere e salvaguardare gli equilibri di bilancio; di dare mandato al Sindaco ed alla Giunta di puntare alla migliore azione amministrativa affinché, nel rispetto delle leggi e dei regolamenti, si possano fornire sempre migliori servizi di trasporto pubblico locale ai cittadini dell’area urbana ed agli studenti dell’UniCal; di impegnare il Sindaco a riferire al Consiglio, non oltre 30 giorni, per un necessario aggiornamento”.

L’aula ha approvato il documento della maggioranza con 9 voti favorevoli, 6 contrari e l’astensione di Francesco Perri.

Il Consiglio comunale è stato dunque rinviato a nuova convocazione su richiesta del consigliere Sergio Nucci il quale ha però chiesto che si torni in aula prima di Pasqua per discutere di piazza Bilotti.

Commenta l'articolo