18102018Ultime Notizie:

CORE: il centro funzionale del corpo di Giusy Modica

 Nel 1920 Joseph Pilates parlò di “Cintura di forza“, riferendosi ai muscoli che compongono il corsettocore_muscoliaddominale, sostenendo fosse fondamentale attivare anche i muscoli profondi del tronco per una corretta stabilizzazione.
Oggi, mantenendo più o meno il medesimo concetto, si parla di “Core”, il nucleo che identifica tutta la fascia centrale del corpo umano e che rappresenta semplicemente ” il centro funzionale del corpo”. Ad esso appartengono i muscoli lombari, gli addominali, gli estensori della schiena e i glutei e lo attraversano il gran dorsale e il multifido, colleganti bacino, gambe, spalle e braccia.
Il Core rappresenta una parte anatomica di estrema importanza per lo stesso equilibrio del sistema posturale e per la protezione che può garantire all’intero impianto rachideo.Tale concetto ne introduce un altro, ovvero quello del “Core Stability”, che consiste nella capacità di mantenere, oltre un’adeguata stabilità funzionale, un buon controllo neuromuscolare nella regione in questione. Tale controllo della muscolatura addominale e lombare va ad assumere un ruolo primario nella prevenzione e nel recupero di patologie muscolo/scheletriche, nel controllo della postura, ma anche nel miglioramento della performance sportiva.
J. H. Pilates affermava che il Core formasse la cosiddetta  “Power House”, letteralmente la casa del potere. Sulla base di questo va a svilupparsi tutta la metodologia di lavoro: attraverso l’utilizzazione massima della muscolatura del centro si vanno a stabilizzare tutti i movimenti dell’intero corpo, acquisendo il pieno controllo dinamico della colonna vertebrale.Un Core forte e allenato rende i nostri movimenti, sia sportivi che quotidiani, più performanti ed efficaci; inoltre, aumenta la consapevolezza del nostro corpo,  migliora la percezione dei nostri movimenti e previene i più classici “infortuni da allenamento”

L’allenamento del Core, il Core Training, deve essere fatto in modo funzionale e deve comprendere forza, flessibilità e controllo.

Palermo
11 Aprile 2016

Giusy Modica

Print Friendly, PDF & Email
Commenta l'articolo