17062019Ultime Notizie:

codice deontologico dei Formatori

Codice deontologico per la professione di Formatore 

Articolo 1: Ambito di applicazione

I Soci tenuti alla adozione del presente codice deontologico sono tenuti al rispetto delle regole deontologiche in esso contenute.

Articolo 2: Collegio dei Probiviri

In caso di segnalazione accertata, comunque pervenuta, di comportamenti ritenuti in contrasto con i principi enunciati dal presente Codice Deontologico da parte di un Socio, questi è obbligato a sottoporsi al Giudizio del Collegio dei Probiviri. Il Collegio dei Probiviri porrà in atto tutti gli strumenti necessarie per l’accertamento di fatti e situazioni in contrasto con uno o più articoli del presente Codice Deontologico e comminare le sanzioni previste dallo Statuto e dal regolamento generale interno dell’associazione. Le decisioni del Collegio dei Probiviri sono vincolanti ed inappellabili.

Articolo 3: Principi Generali

I Soci si impegnano a rispettare i seguenti principi

3.1 Onestà

Gli scopi associativi sono perseguiti con onestà, correttezza e responsabilità. Il Socio si impegna a rispettare il principio di onestà verso la collettività, i soci, l’associazione e ogni altra entità privata o pubblica con cui  instaura relazioni professionali o di collaborazione.

3.2 Legalità

I soci sono tenuti al rigoroso rispetto delle leggi e delle normative vigenti, inoltre, sono impegnati a rispettare il regolamento interno dell’Associazione.

3.3 Correttezza e integrità

Gli scopi associativi sono perseguiti con onestà, correttezza e responsabilità.

3.4 Trasparenza

I Soci sono tenuti a rispettare il principio di trasparenza, inteso come chiarezza, completezza e pertinenza delle informazioni riguardanti l’attività sociale sia verso l’interno sia verso l’esterno.

3.5 Riservatezza

I Soci devono trattare tutte le informazioni di cui vengono a conoscenza nell’esercizio della professione nel rispetto della normativa sulla Privacy

3.6 Imparzialità e indipendenza

Nei casi previsti, laddove il socio venga chiamato ad emettere giudizi su situazioni, eventi e persone, essi dovranno essere sempre ispirati a imparzialità e obiettività senza che eventuali interessi personali influenzino il proprio giudizio.

Articolo 4: Doveri

4.1 Doveri dei Soci

  1. I Soci sono tenuti ad agire nel pieno rispetto dello Statuto, del presente codice deontologico, del regolamento interno dell’associazione e delle circolari emanati dal Consiglio Direttivo
  2. I Soci sono tenuti a tenere comportamenti tali da non danneggiare, screditare o compromettere l’immagine dell’Associazione.
  3. Il socio non può operare a nome dell’associazione se non a fronte di uno specifico mandato deliberato dal Consiglio Direttivo o da un Organo dell’Associazione da esso autorizzato.
  4. Il socio che abbia ricevuto o accettato mandati, incarichi o nomine dall’Associazione è tenuto ad onorarli con serietà professionale, perseguendo gli obiettivi assegnati con impegno, correttezza, imparzialità e onestà.
  5. Il socio può utilizzare la propria appartenenza all’associazione solo a titolo qualificante e non per ottenere in modo improprio benefici personali indebiti.

4.2 Doveri degli Organi Associativi e dei suoi componenti

 

Gli Organi Associativi e i propri componenti – sia nazionali che territoriali – si impegnano:

  1. ad assumere gli incarichi con il solo scopo di aiutare i Soci;
  2. a mantenere un comportamento ispirato ad autonomia, integrità e lealtà;
  3. a evitare qualsiasi comportamento lesivo per l’immagine, il buon nome e il prestigio dell’associazione
  4. ad agire sempre per il bene dell’associazione e nel rispetto delle delibere e delle decisioni degli Organi Associativi, con principi di imparzialità, di efficienza e di trasparenza.

4.3 Rapporti con i colleghi e con i committenti

Il rapporto con i colleghi ed i committenti deve essere improntato sui principi di correttezza, collaborazione, onesta, trasparenza ed etica professionale

Articolo 5: Attività Professionale

  1. I Soci devono essere preparati professionalmente. L’iscrizione ai Registri interni dell’Associazione garantisce al cliente finale la qualità nella prestazione offerta.
  2. I Soci hanno l’obbligo di mantenere un elevato livello delle proprie competenze, aggiornandosi aulle innovazioni inerenti il loro settore e sottoponendosi ad aggiornamento professionale continuo secondo quanto previsto nel Regolamento Interno e nel Programma di Formazione Continua, soggetto a verifiche periodiche da parte dell’associazione.

Articolo 6: Monitoraggio e aggiornamento del codice

Il presente Codice sarà periodicamente fatto oggetto di apposita verifica e, se del caso, di aggiornamento e revisione da parte del Consiglio Direttivo.