17122017Ultime Notizie:

CATANIA: Licandro “Cacciari e Chiesa a Catania per il Maggio dei Libri”

Catania aderisce alla manifestazione nazionale con trenta appuntamenti pensati, ha detto l’Assessore, “Per stimolare, soprattutto nei giovani il desiderio di leggere e, leggendo, di migliorarsi e crescere”

“Il ‘Maggio dei Libri’ può contribuire a fermare la regressione culturale che sta colpendo il nostro Paese in tutti i campi del sapere”.
Lo ha detto l’assessore alla Cultura e al Turismo Orazio Licandro presentando nella sala Giunta di Palazzo degli Elefanti le iniziative organizzate a Catania in occasione della quinta edizione della campagna nazionale promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Mibac in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.
“Si legge poco e male – ha sottolineato Licandro – e dobbiamo tutti impegnarci per stimolare, soprattutto nei giovani il desiderio di leggere e, leggendo, di migliorarsi e crescere. Per il semplice motivo che, come dimostrato da ogni statistica, chi legge ha migliori possibilità di affrontare la vita, lavorativa e non solo”.
La città di Catania aderisce a questa iniziativa a carattere nazionale con circa 30 appuntamenti distinti in due blocchi, “il primo dei quali – ha detto Licandro -  è drammaticamente attuale perché avrà come filo conduttore il tema della guerra”.
Il 22 maggio, infatti, Giulietto Chiesa, giornalista e politico pacifista noto anche per le sue posizioni critiche nei confronti della politica occidentale, sarà ospite al Palazzo della Cultura per presentare il suo libro “E’ arrivata la bufera”.
Altro importante appuntamento, come ha sottolineato Licandro, sarà quello del 20 Aprile con Massimo Cacciari che, sempre al Palazzo della Cultura, ricorderà la figura del filosofo Manlio Sgalabro. L’Assessore ha dunque annunciato che l’auditorium del Palazzo della Cultura sarà dedicato al grande latinista catanese Concetto Marchesi e che a Catania avranno luogo due serate del premio Campiello.
Un secondo blocco di iniziative pone al centro dell’attenzione i libri e la lettura e coinvolge le biblioteche comunali, il Museo Belliniano, le Biblioteche Ursino Recupero e Vincenzo Bellin, l’Autobooks, che per l’occasione sosterà in piazza Università, e l’Archivio storico comunale. Saranno organizzati inoltre laboratori per bambini e varie mostre.
Mario Forgione responsabile della biblioteca provinciale si è soffermato sul tema della guerra “Quasi d’obbligo – ha detto – in questi tempi nei quali assistiamo quotidianamente al divampare di nuovi focolai e zone di crisi che mettono a dura prova l’impegno per la pace”. Roberto Fai del Collegio Siciliano di Filosofia si è poi soffermato sulla presenza di Cacciariper ricordare la figura e il pensiero di Manlio Sgalambro, filosofo nato a Lentini ma vissuto a Catania conosciuto dal grande pubblico per la sua collaborazione con Franco Battiato.
“Le Manifestazioni  – ha ricordato Fai  – si concluderanno il 29 maggio con una iniziativa dedicata al carteggio Einstein-Freud ‘Perché la guerra?’ e la proiezione del cortometraggio del 1917 ‘La guerra e il sogno di Momi’”.

Commenta l'articolo