19072018Ultime Notizie:

CALTANISSETTA: Il Sindaco scrive al Presidente del Consorzio Universitario

Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco, Giovanni Ruvolo, ha seguito di alcuni articoli di stampa apparsi nei giorni scorsi, relativi a un ipotetico trasferimento del Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica dalla sede comunale di Via Real Maestranza alla sede del Consorzio Universitario di Corso Vittorio Emanuele, ha scritto al presidente del Consorzio, Emilio Giammusso, per evidenziare le proprie perplessità rispetto a tale ipotesi. Le ragioni che hanno spinto il primo cittadino a prendere carta e penna per scrivere al Presidente del Consorzio Universitario sono legate a diversi motivi che, per Ruvolo, rendono il trasferimento del Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica sconveniente sotto molti punti di vista. Uno dei motivi, come sottolinea il Sindaco, è che la sede del Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica è stata di recente ristrutturata e completata, con il rifacimento del tetto, la ristrutturazione della palestra e la collocazione di un impianto fotovoltaico, che rende autonomo l’edificio dal punto di vista energetico. Un altro motivo evidenziato da Ruvolo è che la struttura di via Real Maestranza assicura adeguati spazi per la didattica, per lo studio e per i laboratori, fondamentali e necessari per un percorso curriculare di qualità. Sono infatti attivi i laboratori di elettrica e di elettronica, due aule di informatica con 40 postazioni e diverse aule studio. Inoltre, continua il Sindaco, la struttura assicura adeguati spazi esterni per il parcheggio a favore di docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo. Ultimo aspetto, ma non meno importante, è che la struttura è utilizzata a titolo gratuito. “Credo che lo sforzo che bisogna fare è quello di implementare e investire risorse per rendere più attrattivo il Corso di Laurea – ha scritto il Sindaco nella lettera indirizzata al Presidente del Consorzio Universitario – mi risulta, infatti, che, in base ad una recente disposizione del MIUR, i CdL aventi sede nei Poli decentrati, per sopravvivere, devono, ogni anno, raggiungere un numero di almeno 40 iscritti. Quest’anno – continua il primo cittadino – gli iscritti al Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica sono 50, ma sarebbe opportuno investire risorse per attivare un sistema di pubblicità/orientamento, volto a incrementarne il numero, facendo altresì leva sul fatto che il Corso di Laurea è l’unico esistente da Bari in giù, cosa che non tutti sanno.” Ruvolo continua la lettera ponendo l’accento sulle ristrettezze economiche in cui versa il Comune, costretto, tra l’altro, ad accendere un prestito con la Cassa Depositi e Prestiti per liquidare al Consorzio Universitario circa € 600.000, dovuti alle annualità pregresse. Ristrettezze economiche che impongono di utilizzare le risorse in maniera ottimale. Il Sindaco prosegue invitando il Presidente del Consorzio Universitario a “focalizzare l’attenzione sui progetti strategici del Consorzio, che sono quelli di attivare il Campus Universitario, già in avanzata fase di realizzazione, tappa propedeutica per l’ obiettivo fondamentale che è la realizzazione del Distretto Biomedico. Ingegneria elettrica – conclude Ruvolo – gioca anch’essa un ruolo importante nell’ambito bio-sanitario ed è per questo che su questo CdL bisogna investire per la crescita e la qualità dell’attività curriculare.”

Commenta l'articolo