14122017Ultime Notizie:

Burrafato consegna una targa ai ragazzi di ASD Sporting Termini

Da circa dieci anni ormai ASD Sporting Termini è una realtà sportiva a Termini Imerese.
targa asdL’associazione con il suo presidente Gianni Geraci e il vice presidente Stanislao Minuto, animata da grande passione per il calcio, dedica la sua attività alla formazione di ragazzi di età compresa tra i 5 e i 16 anni. Complessivamente i ragazzi che fanno parte di ASD sporting sono circa un centinaio. Da settembre a giugno vengono allenati per fasce di età dagli allenatori: Giancarlo Andriani, Domencio Geraci, Bondì Giuseppe, Adriano Pizzurro. L’attività sportiva di ASD sporting è migliorata di anno in anno – dice il vice presidente Stanislao Minuto – basti pensare che tre giovani allievi sono stati ceduti al Palermo e al Trapani. Le due categorie, gli allievi e i giovanissimi sono cresciute notevolmente negli ultimi anni, hanno vinto infatti ognuno i rispettivi gironi qualificandosi al play off. La novità di questa stagione trascorsa è stato il calcio a cinque. In questa disciplina la squadra di allievi è diventata campione provinciale ed ha partecipato al Final four (incontri tra le quattro squadre più forti) insieme alle squadre di Acireale, Brolo e Atena di Agrigento.
All’iniziativa erano presenti l’Assessore allo Sport Paolo Cecchetti e il consigliere comunale, Carmelo Sacco.
Un fatto rilevante è che la squadra ha perso l’ultima partita giocando con Acireale che è diventata campione nazionale. Mentre per il calcio a undici allievi l’ASD ha vinto il girone e perso la finalissima ai rigori. Il sindaco Totò Burrafato ha voluto offrire un riconoscimento “sia ai ragazzi per l’impegno che mettono in questa attività sportiva, sia al presidente e vice presidente, nonché agli allenatori per quello che riescono a fare, nonostante le criticità e i disagi che purtroppo la società si trova ad affrontare quotidianamente.
“Il rischio – ha detto il presidente Gianni Geraci – è che conclusa questa fase i ragazzi non trovando altri sbocchi smettano di fare sport”. L’idea è quindi quella di creare una squadra anche per giovani più grandi usciti dalla scuola calcio.

Commenta l'articolo