17122017Ultime Notizie:

ASP CATANZARO: L’AZIENDA PARTECIPA ALLA TERZA CONVENTION NAZIONALE DEI DIRETTORI DEI DIPARTIMENTI DI PREVENZIONE

L’ASP di Catanzaro, rappresentata dal Dr. Giuseppe de Vito, direttore del Dipartimento di prevenzione nonché Presidente della S.It.I. -(Società Italiana d’Igiene e Medicina Preventiva) sez. Calabra, ha preso parte alla terza “Convention Nazionale dei Direttori dei Dipartimenti di Prevenzione d’Italia”, che si è svolta a Verona, nel prestigioso Palazzo della Gran Guardia.

L’iniziativa promossa dalla S.It.I., dalla S.I.Me.Ve.P., – Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva e dalla S.N.O.P. – Società Nazionale degli Operatori della Prevenzione, ha visto la partecipazione dei Direttori di Dipartimento provenienti da tutte le Regioni Italiane, per discutere, alla presenza anche del Direttore Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute, dr. Raniero Guerra, del nuovo Piano Nazionale della Prevenzione 2014/2018 e degli innegabili riflessi sul benessere dei cittadini in ambito sanitario, alimentare sociale e lavorativo. Alla convention nazionale erano presenti anche le massime Autorità sanitarie locali, il Sindaco di Verona, Flavio Tosi e il direttore Generale dell’ASL n. 20 di Verona, Maria Giuseppina Bovanina.

Il dibattito ha evidenziato come i 140 Dipartimenti dislocati nel nostro Paese assicurano ogni giorno decine di migliaia di prestazioni in materia di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica con risultati che sono documentati da solide evidenze epidemiologiche. In particolare, grazie ai Servizi dei DD.PP., ogni anno in Italia vengono somministrati 20 milioni di dosi di vaccino, sia sulla popolazione infantile che su quella adulta; vengono sottoposte a test di screening citologico mammografico 3 milioni di donne; vengono garantiti gli screening del carcinoma del colon retto a 1 milione ed mezzo di persone; vengono effettuati centinaia di migliaia di controlli nei luoghi di lavoro, che hanno contribuito a ridurre in modo significativo gli infortuni e le morti occupazionali; vengono assicurati milioni di controlli nell’ambito della sicurezza alimentare, veterinaria e dei luoghi di vita. “Ogni euro investito in prevenzione – afferma il dr. De Vito – produce un considerevole risparmio per il Servizio Sanitario Nazionale, specialmente in termini di malattie evitate. Un tema, quello della prevenzione, al quale il nostro Commissario Straordinari, dott. Giuseppe Perri, presta particolare attenzione e saprà certamente indirizzare le politiche sanitarie nella giusta direzione.”

E’ quindi convincimento dei Direttori dei Dipartimenti di Prevenzione e delle Società scientifiche che li rappresentano, che il Ministero della Salute e le Regioni, anche alla luce del nuovo P.N.P. 2014-2018 e dei Piani regionali applicativi, debbano intraprendere un concreto programma di rilancio delle politiche di prevenzione, promozione e tutela della salute.

Commenta l'articolo