17112018Ultime Notizie:

Anas Puglia partner in due progetti rivolti all’ inserimento lavorativo di disabili, lotta alla ludopatia e cyber bullismo

immagineWelfare Avviso 1/2017 pubblicata la  graduatoria. ANAS PUGLIA partner in due progetti ammessi a Finanziamento di cui uno 1° in graduatoria con capofila UILDM e l’altro 59° con capofila Movimento Difesa del Cittadino: inserimento lavorativo di disabili e lotta alla ludopatia e cyber bullismo sono le tematiche affrontate.

Monopoli – Inserimento lavorativo di disabili in aziende e prevenzione al disagio, abbandono scolastico, l’isolamento, la dipendenza dai social network, la ludopatia. Le tematiche dei due progetti ammessi a finanziamento a UILDM e Movimento Difesa del Cittadino in cui ANAS Regione Puglia è partner.

“Sono entusiasta per l’inizio di questo percorso di partecipazione e per l’investimento che facciamo sui grandi assenti del welfare: i ragazzi e le ragazze nell’età delicata dell’adolescenza- ha sottolineato la Presidente, di ANAS Regionale Puglia, ANNA CAPRA, nel corso della comunicazione ricevuta dalla Aurea L&G Trading ltd che ha curato la progettazione per i due progetti. Cercheremo di promuovere con maggiore determinazione le attività dei soggetti, associazioni e strutture che si occupano di adolescenti e disabili, di pianificare azioni di sistema perché diminuisca l’abbandono scolastico e il disagio giovanile nelle sue diverse forme e avvii una seria politica e metodologia d’inserimento lavorativo dei disabili in azienda. Esprimo un ringraziamento a tutta la partnership e a chi ha collaborato per la realizzazione dell’intervento.

Ritengo importante che le giovani generazioni ritrovino il loro giusto spazio all’interno del sistema del welfare- ha dichiarato Giuseppa Adamo Director di AUREA L&G Trading LTD. Gli interventi che stanno per avviarsi vanno in questa direzione. C’è assoluto bisogno di progetti che coinvolgano i giovani, dei quali spesso si parla poco e male. Sono portatori di energie straordinarie che occorre valorizzare. Promuovere, quindi, non solo il loro benessere e l’attenzione alle loro inevitabili fragilità, ma dare spazio al loro protagonismo deve essere il nostro impegno comune. Con il progetto “PLUS” si intende rispondere al fabbisogno ed esigenza primaria individuata e rilevata dalle regioni quale è quella di promuovere una migliore qualità di vita del disabile includendolo in maniera esaustiva nella società affidandone un ruolo nonché facilitarlo all’apprendimento utile ad un futuro inserimento lavorativo. Il disabile ha sempre più bisogno di aumentare il proprio grado di autostima e capacità attraverso non solo la realizzazione di attività create ad hoc e rispondenti alle sue capacità dettate dalla disabilità  ma anche sentirsi parte della società, risorsa capace di avere un ruolo, compito nel contesto socio-economico“.

L’Avv. Laura Carbone, responsabile progetto di ANAS Regionale Puglia, ha dichiarato: “Il “Progetto Punto alla Vita” è una ricerca-azione che nasce dall’esigenza a livello regionale e nazionale di sviluppare interventi innovativi capace di ridurre e recuperare i soggetti dipendenti dalla ludopatia. Esso prevede un percorso che si dipana in vari stadi di sviluppo, i quali comprendono due ambiti: uno generico (società nella sua totalità) e l’altro specifico – settoriale (sensibilizzazione delle scuole di II°) entrambi con la finalità di interessare gli individui e cercare un punto d’incontro tra la problematica emersa e la soluzione. Mi auguro che questo intervento possa generare nuove opportunità e rafforzare la collaborazione e la sinergia fra gli attori del cosiddetto quadrilatero formativo: famiglia, scuola, istituzioni e Terzo Settore. Insieme dobbiamo offrire ai nostri ragazzi luoghi e opportunità di aggregazione capaci di generare comportamenti responsabili e fiducia verso la vita”.

Print Friendly, PDF & Email