15092019Ultime Notizie:

Ad Ardore con ANAS Calabria terza edizione del Premio Filippone con tanti studenti partecipanti

Nella splendida cornice del Castello Feudale di Ardore (RC), con un pubblico delle grandi occasioni, il terrazzo del castello colmo di intervenuti,è stata celebrata la terza edizione del concorso letterario “Alfredo Filippone”. La serata, ricca di interventi e premi, si è sviluppata con l’apertura degli interventi da parte di Gianfranco Sorbara, presidente regionale di Anas (Ente di Terzo Settore ed Associazione di Promozione Sociale), che è stato anche il moderatore del convegno; dopo che Sorbara ha elencato quanto svolto da Anas ad Ardore in quest’estate, ben sei manifestazioni con un totale di ventitré giorni di impegno sul territorio solo ad Ardore e solo tra luglio ed agosto, sono intervenuti per i saluti di rito il sindaco di Ardore, Giuseppe Campisi, la cui amministrazione ha patrocinato l’evento, la giuria che ha scelto il vincitore, composta dall’avv. Silvano Filippone, figlio del compianto prof. Alfredo, il dott. Guido Gliozzi e la dott.ssa Francesca Iannò, già commissario prefettizio ad Ardore da settembre 2018 a maggio 2019 ed i rappresentanti degli istituti comprensivi di Ardore e Bovalino, i docenti Marzano e Marando. Sono state salutate le autorità militari presenti, in rappresentanza della locale stazione dei carabinieri. A seguire il dott. Giuseppe Grenci ha relazionato sul libro “Poesie” di Giuseppe Frascà, edito da Anas e dal Centro Studi Misiano che è stato donato a tutti gli alunni. Il presidente Sorbara ha consegnato inoltre al dott. Grenci la tessera onoraria Anas 2019, per il suo quotidiano impegno nel sociale e nel mondo del volontariato. Prima di terminare l’evento, Sorbara ha chiamato tutti i volontari ausiliari del traffico Anas presenti per ringraziarli dei servizi svolti quest’estate, non solo ad Ardore, ma in diversi comuni della locride. Gli interventi sono stati conclusi dal dott. Antonio Marziale, garante regionale per i diritti dell’infanzia e l’adolescenza. Che ha emozionato la platea con il suo intervento schietto e costruttivo. 
I premi quest’anno sono stati assegnati come di seguito: premio della critica all’ardorese Roberto Cosentino con “il bimbo e l’albero”; poi, in assenza dell’autrice dell’elaborato scelto dalla giuria come primo, si è scalata la griglia e quindi la menzione d’onore è andata al bovalinese Cosimo Commisso con un tema sul valore dell’amicizia, ed il primo premio, con annessa borsa di studio, alla ciminese Simona Reale, studentessa dell’istituto comprensivo “E. Terrana” di Ardore con “È notte!”. 
Una serata gioiosa e partecipata, degno finale di un’estate ardorese di primissimo piano, egregiamente pianificata dall’amministrazione comunale, e dove l’associazione Anas ha fatto ancora una volta la sua piccola parte.
Ad Maiora Sempre.

Ufficio stampa Regionale Anas Calabria

Print Friendly, PDF & Email