17122017Ultime Notizie:

Accordo tra I 42 comuni dell’ATO 1 – Palermo e AMAP SPA

Una riunione fiume di quasi 24 ore tra il 17 e 18 marzo e la crisi idrica è stata scongiurata, così spiega il sindaco di Ficarazzi, avv. Paolo Francesco foto incontro amapMartorana, soddisfatto del si di AMAP SPA.

In un documento ufficiale, la società per azioni fa sapere alla Regione Sicilia e all’assessorato per l’energia che accoglierà le reti idriche dei 42 comuni, facenti parte dell’ATO1- Palermo.

Il documento, supervisionato dallo stesso sindaco Martorana, fissa in modo perentorio i termini e le modalità di affidamento delle reti idriche comunali ad AMAP SPA.

Pertanto, l’ATO1 – Palermo dovrà provvedere immediatamente alla consegna delle reti idriche nonché dei depuratori e degli impianti alla società gestore, facendone constatare, in contraddittorio con AMAP, lo stato di funzionamento degli stessi.

Di contro, così come sottolineato dalla società stessa, AMAP curerà la rendicontazione delle somme ricevute senza ulteriori recuperi sulle tariffe, in quanto gestore in forma temporanea ed emergenziale.

Così come ammesso dallo stesso sindaco di Ficarazzi, presente in tutte le fasi dell’incontro, l’accordo si è tradotto in una sorta di prova sotto sforzo in cui i 42 comuni hanno giocato un ruolo cerniera tra l’assessorato regionale ed AMAP stessa.

Inoltre, il documento pare propositivo circa la programmazione di un piano di uscita dall’emergenza, attraverso l’ingresso dei comuni consenzienti nel capitale sociale della stessa azienda, a norma con quanto previsto dal decreto sblocca Italia.

Per il sindaco Martorana il sì di AMAP SPA potrebbe tracciare le basi di un servizio idrico efficiente.

 

 

Maria Luisa Domino

Ufficio Stampa – Comune di Ficarazzi


foto incontro amap

Commenta l'articolo