19092017Ultime Notizie:

A.N.A.S. consiglia la mostra “Alfons Mucha e le atmosfere Art Nouveau”

E’ stata inaugurata ieri giovedì 10 dicembre, al Palazzo Reale di Milano, mucha art“Alfons Mucha e le atmosfere Art Nouveau”, la mostra – evento su uno dei maestri cardine del movimento artistico – filosofico attivo a cavallo fra ottocento e novecento che influenzò le arti figurative, l’architettura e, per la prima volta, le arti applicate che, proprio grazie all’art nouveau, vennero dotate di un gusto finemente decorativo dandò il via al concetto di design e di architettura moderna.
Una delle caratteristiche più importanti di tale stile è l’ispirazione agli elementi strutturali della natura, il suo dinamismo e la sua sinuosità riuscendo ad imprimere alle figure un movimento tutto nuovo.
Alfons Mucha, nato Ivančice in Moravia nel 1860, ha iniziato a manifestare interesse per il disegno già dall’infanzia e ha dato inizia alla sua formazione lavorando come scenografo in Moravia e a Vienna, studiando all’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera e, trasferitosi a Parigi nel 1887, proseguendo i suoi studi presso l’Académie Julian. La svolta nella sua carriera pittorica – decorativa avviene con l’incarico di creare un poster per pubblicizzare Gismonda, un’opera teatrale con protagonista Sarah Bernhardt. La raffinatezza dell’esecuzione convince la celebre attrice a proporre un contratto di sei anni all’artista.
La produzione di Alfons Mucha comprende un numero enorme di opere che vanno dalle locandine teatrali ai cartelloni pubblicitari, comprendendo pannelli decorativi, calendari e illustrazioni librarie.
La mostra, prodotta e organizzata dal comune di Milano e dal Gruppo 24 muchaOre, comprende circa 150 opere distribuite in un percorso suddiviso per temi stilistici e iconografici: il teatro con il periodo dedicato alle produzioni aventi protagonista Sarah Bernhardt; la vita quotidiana con la produzione dedicata agli oggetti di uso comune; la figura femminile con la sua ambivalenza fra femme fatale e creatura angelica; il giapponismo con le sue influenze orientali ed esotiche; il mondo animale con il suo tripudio di pavoni, serpenti e creature marine; l’oreficeria con un repertorio dei vari monili creati dall’artista; il tempo con le sue illustrazioni cicliche delle stagioni e, infine, l’immaginario floreale con le caratteristiche salienti del movimento liberty.

La mostra sarà visitabile sino al 20/03/2016 al Palazzo Reale di Milano e si sposterà dal 03/04/2016 al 18/09/2016 al Palazzo Ducale di Genova.
Info
02 54915
Costo: 8,00€ – 14,00€
Riduzioni attive in prevendita
Ridotto € 12,00: visitatori dai 6 ai 26 anni, over 65, portatori di handicap
Speciale famiglia: ridotto generico € 12,00 (1 o 2 adulti) + Rid. Famiglia (6-14anni) € 8,00 (dai 6 ai 14 anni)
Omaggio: minori di 6 anni, accompagnatore per portatore di handicap che presenti necessità

 

Maria Valentina Pasta

Commenta l'articolo